IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

«Tagliare tariffe autostrade Abruzzo nel week end»

«Ridurre del quarantacinque per cento, sperimentalmente nei week end dei prossimi sei mesi, le tariffe autostradali in Abruzzo, anche in previsione del Giubileo», che comporterà un incremento del flusso dei turisti. La proposta, diretta al governatore abruzzese Luciano D’Alfonso, arriva dal presidente e dal direttore di Confcommercio Abruzzo, Roberto Donatelli e Celso Cioni.

«Alla luce di incoraggianti dati sulle presenze turistiche nella nostra regione, evidenziati nelle ultime settimane da autorevoli esponenti delle categorie interessate e principalmente frutto di un’oculata e lungimirante contenuta politica dei prezzi, pratica posta in campo dagli imprenditori del settore che hanno opportunamente e responsabilmente fatto la loro parte, al fine di rendere tale positiva tendenza congiunturale ed evolverla in un vero trend strutturale, a nostro avviso strategico per l’intera economia del “Sistema Abruzzo”, avanziamo la proposta di ridurre del quarantacinque per cento, sperimentalmente nei week end dei prossimi sei mesi, le tariffe autostradali, così come accadrà da domani su alcune tratte delle percorrenze della A35 Brescia-Bergamo-Milano e della A58 Esterna Milano», spiegano Donatelli e Cioni.

«Siamo convinti – aggiungono – che un tale provvedimento potrebbe favorire utilmente l’incoming turistico dell’Abruzzo che peraltro geograficamente confina con territori come quelli dell’area metropolitana della Capitale, a breve interessata dal prossimo Giubileo, della Campania e dell’ambito di Napoli, nonché delle finitime regioni della Puglia e delle Marche, contesti e bacini, questi ultimi, caratterizzati da densità demografiche particolarmente significative e bacino di milioni di abitanti potenzialmente interessati turisticamente al nostro territorio».

«L’ipotesi di lavoro per mettere in pratica un esperimento di sei mesi – precisano il presidente e il direttore di Confcommercio – potrebbe essere sostenuto con uno sforzo del “Sistema Abruzzo” nel quale coinvolgere risorse regionali, con la partecipazione e il contributo del mondo delle Camere di Commercio Abruzzesi, del sistema dei Parchi e della Società Concessionaria della Rete Autostradale».

«Ci auguriamo che la nostra proposta possa essere positivamente considerata e accolta – concludono Donatelli e Cioni – per promuovere concretamente il rilancio del comparto turistico regionale che, a nostro avviso, ha un enorme potenziale da esprimere, sia direttamente che come indotto, per l’economia di tutti i settori produttivi abruzzesi e, al riguardo, ci dichiariamo sin d’ora pienamente disponibili per la necessaria attivazione di un gruppo di lavoro tecnico per verificare concretamente la fattibilità e la sostenibilità economica della nostra proposta».