IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La Perdonanza passa per le scuole: il Corteo dei piccini

Domenica 30 agosto torna “La Perdonanza nella Scuola”, la manifestazione con le scuole del distretto aquilano che ha avuto il suo debutto il 19 maggio, in occasione della ricorrenza di San Celestino V.

A partire dalle ore 16, sotto i portici di San Bernardino, verranno allestiti spazi espositivi a cura delle scuole che hanno aderito al progetto, con mostre di elaborati artistici e fotografici, ricostruzioni di costumi e angoli medievali, libri illustrati e laboratori ispirati alla vita e al contesto storico sociale in cui visse Celestino V e alla città di quel tempo.

Alle 16.30, all’interno della Basilica di San Bernardino da Siena, gli alunni dell’Istituto comprensivo “Comenio” di Scoppito- Tornimparte, daranno vita ad uno spettacolo ispirato al testo “L’avventura di un povero cristiano”, di Ignazio Silone.

Alle 18, la sala conferenze di Palazzo Fibbioni ospiterà un concerto di musica medievale a cura della scuola media statale “Dante Alighieri”.

Nella stessa sala, a partire dalle ore 16, verranno proiettati video e docufilm realizzati dalle scuole e ispirati alla vita di Celestino V e alla Perdonanza Celestinana.

Alle 19, con partenza da Palazzo Fibbioni, si terrà il Corteo della Bolla dei Bambini, riproduzione del Corteo storico con protagonisti i piccoli e, all’interno, le principali figure legate a quest’ultimo, quali la Dama della Bolla e il Giovin Signore. Il Corteo raggiungerà piazza Duomo, attraversando corso Vittorio Emanuele II, per poi tornare, percorrendo il medesimo tragitto, fino alla Basilica di San Bernardino.

L’iniziativa, una delle novità di questa edizione della Perdonanza, è stata voluta dal Comitato che organizzatore, presieduto dal sindaco Massimo Cialente e coordinato da Alfredo Moroni, per promuovere la conoscenza della Perdonanza e della figura di Celestino V tra i bambini e i ragazzi e ha visto la partecipazione di 20 istituti scolastici e oltre mille alunni delle scuole, da quelle dell’infanzia alle superiori.

X