IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Csa L’Aquila, via libera al Bilancio di previsione

Il Consiglio comunale dell’Aquila, in apertura dei lavori, ha osservato un minuto di silenzio in ricordo di Stefano Vittorini, vice sindaco e assessore comunale, nonché presidente del Consiglio comunale. «Un uomo del popolo, un uomo della gente – ha ricordato il presidente del Consiglio comunale Carlo Benedetti – Un avversario leale, che aveva un rapporto simbiotico con la comunità di cui è stato espressione. Un uomo franco, diretto, dai principi fermi, mai disposto a piegarsi. Consigliere comunale per 25 anni, dal 1980 al 2007, ha ricoperto lo scranno più alto, quello di presidente del Consiglio, operando sempre con la lealtà e con la passione che lo hanno animato per tutta la sua vita».

L’assemblea ha quindi approvato le proposte deliberative riguardanti, rispettivamente, la verifica della qualità e quantità di aree e fabbricati da destinare alla residenza e alle attività produttive e terziarie, che potranno essere ceduti in proprietà o in diritto di superficie, e il Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari.

Via libera anche al Bilancio di previsione, per l’esercizio 2015, del Centro servizi anziani (Csa), entre strumentale del Comune dell’Aquila. La struttura eroga servizi di residenzialità alberghiera e servizi domiciliari per la terza età, assistenza a persone non autosufficienti e lungodegenza. L’istituzione chiude il bilancio in attivo, con un quadro finanziario complessivo di 6 milioni 617mila 729 euro. A seguito di un emendamento presentato dal capogruppo di Sel Giustino Masciocco non potrà essere utilizzato parte dell’avanzo di amministrazione prima di aver accertato l’ammontare dei fitti attivi dovuti alla locazione all’Università dell’Aquila, nelle passate annualità, di di alcuni locali della struttura. Il Csa ha un’ospitalità di 76 posti letto, tra quelli per persone autosufficienti e quelli per persone non autosufficienti, cui si aggiungono i 12 posti letto dell’Hospice. Gestisce inoltre un’utenza di circa 500 persone in assistenza domiciliare esterna e promuove soggiorni termali e attività di socializzazione all’interno della struttura.

La discussione sta proseguendo con l’esame dell’atto deliberativo contenente il Bilancio di previsione, per l’annualità 2015, dell’ente.