IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Teramo in D, «E’ prevalsa la sete giustizialista»

La S.S. Teramo Calcio, in merito al provvedimento emesso dal TFN, non può che esprimere «la più profonda contrarietà per l’ingiusta decisione assunta che cancella, momentaneamente, dal calcio, una società, una città, un’intera provincia». Così si legge in una nota al vetriolo divulgata dalla stessa società calcistica.

«Pur rispettando la disposizione e l’operato dei giudici, non si può non sottolineare come sia stata scritta una delle pagine più tristi della giustizia sportiva, perché procedere con una condanna letale senza uno straccio di prova, non può appartenere ad una realtà civile».

«Le motivazioni addotte all’autentica esecuzione sommaria emessa, fanno della penuria di chiarezza la peculiarità cardine e, di fatto, non considerano le argomentazioni difensive, nonostante le stesse siano state ampie ed esaustive sotto ogni profilo».

«È noto che all’interno del Collegio qualcuno dei giudici si sia reso conto dell’assurdità di qualsiasi sanzione a carico del presidente Luciano Campitelli, ma evidentemente è prevalsa la sete giustizialista.

Ci sentiamo la vittima sacrificale dell’estrema ed ingiustificata fretta con cui è stato celebrato il processo», si legge ancora nella nota.

«L’invito che rivolgiamo alla nostra tifoseria ed alla città tutta, è di mostrare quella che è la nostra stessa fiducia con correttezza, intelligenza e unità d’intenti, in attesa del secondo grado di giudizio, per riprenderci quanto meritato sul campo e che altri, invece, vorrebbero turpemente sottrarci in un’aula di Tribunale.

Ci crediamo, come prima, più di prima!»