IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Riunione caro-mensa, il Comune non fa passi indietro

Nessun passo indietro da parte del Comune dell’Aquila sulla questione dell’ utilizzo dell’ ISEE come strumento per la determinazione dei costi dei servizi scolastici.

Ieri si è tenuta una riunione presso il Centro Civico di Paganica per discutere di questa e [url”altre problematiche”]http://ilcapoluogo.globalist.it/Detail_News_Display?ID=122981&typeb=0&caro-mensa-dissenso-dei-genitori-di-paganica[/url].
Presenti un centinaio di genitori e parte degli assessori e consiglieri comunali di maggioranza e opposizione. Emanuela Di Giovambattista, Stefano Palumbo, Guido Liris, Daniele Ferella, Gianni Padovani, Emanuele Imprudente, Ali Salem.

Dopo accesi scambi di opinioni, l’arrivo inaspettato del Sindaco Massimo Cialente che ribadisce . «L’Aquila è una città normale, come le altre. La nostra è una scelta politica di centro sinistra, sulle fasce di pagamento non torniamo indietro e nemmeno sull’utilizzo dell’ISEE».

Le mamme e i papà chiedono di posticipare ancora per un anno l’uso dell’indicatore ISEE che sarà invece obbligatorio a partire da dicembre 2016. Ma nulla di fatto.

Il primo cittadino ha chiesto di riflettere sulla possibilità di rinunciare al pasto a scuola e «accordarsi per portare i propri figli a pranzo a casa».

La riunione si è dilungata per circa tre ore, numerosi genitori sono arrivati dai paesi limitrofi, ma anche da L’Aquila e Sassa.

Tutti sottolineano di voler pagare ma «in base ai servizi offerti».

Al centro del dibattito anche la struttura che ospita alcune classi dell’asilo di Paganica: vi piove dentro da tre anni. E da tre anni si ricorre ai secchi, posizionati all’interno delle classi, per raccogliere l’acqua piovana.

Numerosi sono stati i sopralluoghi da parte del comune, l’ultimo in tempi recenti, ma i lavori non sono stati mai effettuati.

Il primo cittadino ieri ha garantito il suo impegno in prima persona per risolvere il problema, anche se non è chiaro quando cominceranno i lavori.

{{*ExtraImg_251435_ArtImgRight_300x168_}}

Intanto l’opposizione continua a ribadire che tra qualche giorno presenterà i propri [url”emendamenti”]http://ilcapoluogo.globalist.it/Detail_News_Display?ID=122988&typeb=0&300-emendamenti-contro-gli-aumenti-dei-servizi-scolastici-[/url] in Consiglio comunale.