IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Canone CASE, botta e risposta Cialente – De Santis

Proprio ieri, il primo cittadino Massimo Cialente era intervenuto sui [url”pagamenti di compartecipazione”]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=122920&typeb=0[/url] per le ‘Case’ e i Map destinati a famiglie con reddito modesto, dicendo di aver «constato di persona, attraverso preoccupante telefonate di cittadini, dell’arrivo di inaspettati pagamenti del canone di compartecipazione».

Cialente bacchetta la «poca attenzione dei cittadini» e L’assessore al bilancio Lelio de Santis che aveva parlato di «scarsa divulgazione della notizia».

Ecco l’intervento dell’IDV

«Il gruppo IDV ha posto all’Ufficio Progetto CASE ed al suo dirigente, il problema determinato, anche per negligenza dei cittadini, della notifica del pagamento dei canoni che, per la mancata presentazione della dichiarazione del reddito ISEE, sono passati da 15 a 300 euro.

Il problema che riguarda centinaia di cittadini non è addebitabile a livello politico ma solo a quello gestionale, livello a cui l’IDV si è rivolto, ritenendo che, insieme con l’Ufficio preposto, possa essere risolto senza alcun aggravio dei costi e consentendo a tutti di poter usufruire dell’agevolazione prevista consegnando la documentazione che ha determinato il verificarsi del problema, entro la fine di dicembre, deroga attualmente permessa solo ad alcuni.

D’altra parte si è verificato anche in passato qualche altro evento avverso, come l’invio di bollette ai Map per consumi contenenti anche il pagamento della quota dell’ascensore!

Senza voler giustificare i cittadini negligenti, l’Ufficio competente forse poteva meglio valutare, prima dell’invio delle bollette, a meno che non credevano che coloro che subivano la maggiorazione nel frattempo fossero diventati tutti ricchi!»

La risposta del sindaco Massimo Cialente

«Se De Santis ha da ridire qualcosa sugli aspetti gestionali sulla vicenda CASE e MAP, si rivolga all’Assessore al ramo, vale a dire il sottoscritto, che ha ripreso la delega da lui precedentemente gestita.

E se ne parla in Giunta.

Io non mi sono mai permesso, sebbene sia il Sindaco, di rivolgermi direttamente al dirigente, scavalcando l’assessore, eppure problemi di bilancio ne capitano spesso, basti pensare ai pesanti ritardi, inaccettabili, dello scorso anno.

La verità è che alcuni cittadini, sono stati negligenti, a parte i casi particolari di famiglie con oggettive difficoltà di autogestione.

Mi sembra che si continui ad avallare, come nella precedente gestione della vicenda CASE e MAP, una serie di attenzioni che non sono servite e non servono a responsabilizzare i cittadini.

L’accesso ai servizi tramite ISEE nella nostra città sono numerosissimi e pure nessuno, di volta in volta, viene raggiunto personalmente.

Se vi sono problemi nella gestione dell’Ufficio, il responsabile è l’Assessore al ramo, come vale per tutti gli Assessori rispetto ai propri Dirigenti.

Per cui, il problema lo vedrò personalmente con l’IDV e con l’Assessore De Santis, al mio rientro in ufficio, martedì mattina.

Ciò non toglie che porterò in Giunta un’ultima, definitiva, proroga. Dopodiché i cittadini non potranno sperare di essere di volta in volta difesi per loro “distrazioni”.

Il lavoro dei nostri uffici è enorme ed anzi io chiedo rispetto per il personale e le sue difficoltà.

Lo stesso che ad esempio ho io nei confronti del personale della Ragioneria del Comune, del quale comprendo, a volte, i ritardi nelle emissioni dei pagamenti».