IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Montereale si prepara per la Festa di San Rocco

di Nando Giammarini

Siamo in estate il nostro montano borgo torna a rivivere con l’arrivo, per le ferie, dei suoi tanti figli sparsi nei vari sentieri della vita che uniti e coesi si ritrovano a Cabbia per la grandiosa festa di S. Rocco. Un misto di fede e tradizione oserei dire un collante della vita che da sempre ci ha reso fratelli facenti parte di un’unica vera Comunità. In questa forma di solidarietà e partecipazione hanno trovato da sempre soluzione i problemi, le difficoltà, le preoccupazioni di tutti.

L’Associazione “Solidarietà Caiana, saldamente ancorata al contesto sociale del paese, nelle persone degli attuali soci: Rocchi Berardino Presidente, Di Giamberardino Antonio, Di Giamberardino Domenico, Durantini Agostino, Durantini Franco, Durantini Livio, Durantini Mario, Rocchi Adolfo, Rocchi Eligio, Rocchi Luca, Salvi Agostino, Salvi Federico e Salvi Pasquale ”, impegnata nel nobile intento di riscoprire e far conoscere la storia e le bellezze artistiche della nostra piccola, grande, Cabbia, il giorno 13 agosto alle ore 15,30 presso la chiesa parrocchiale Santa Maria Assunta in Cabbia di Montereale, presenterà, alla presenza di autorità militari, civili e religiose , alcuni affreschi, in corso di restauro.

Gli stessi sono stati recentemente “riscoperti” sulla parete laterale sinistra del luogo sacro in questione. I lavori sono stati autorizzati dalla Soprintendenza ai Beni Storici, Artistici ed Antropologici dell’Abruzzo, scrupolosamente seguiti dalla dr.ssa Bianca Maria Colasacco e dall’Ufficio Beni culturali della Curia guidato da monsignor Domenico Marcocci recentemente nominato dal nuovo vescovo dell’Aquila, Giuseppe Petrocchi. Li ringraziamo entrambi per la loro preziosa collaborazione unitamente al parroco di Cabbia, Don Luis Fernando Maya Benjumea. Del restauro si sta occupando la ditta Carnicelli Dario e figli che, sotto la competente direzione della dr.ssa Bianca Maria Colasacco della Soprintendenza Unica Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la città dell’Aquila, procede nel prezioso e delicato lavoro di recupero. Gli affreschi rappresentano probabilmente una “sequenza di Santi Martiri” che adornavano la chiesa parrocchiale. Della qualità e dell’estensione della superficie affrescata la dr.ssa Colasacco darà notizia successivamente e nelle sedi opportune.

Per il momento l’Associazione, unitamente agli addetti ai lavori, si è trovata di fronte ad una vera e propria sorpresa una visione che genera emozioni interiori ed esteriori. La memoria storica degli abitanti più anziani, nonché le ricerche personali della dr.ssa Maria Rita Lorenzetti, “caiana” d’adozione che tanto si è adoperata per la riscoperta dei “nostri tesori”, hanno dato la spinta affinché l’Associazione si occupasse del reperimento di una somma che consentisse almeno l’avvio dei lavori. I fondi necessari sono stati messi a disposizione da sponsor privati che in questa sede ringraziamo gentilmente: Banca di Credito Cooperativo di Roma, Edilfrair Costruzioni Generali SpA, Duemme Srl, Confindustria L’Aquila, Banca del Fucino SpA, dott. Ing. Oscar Cicchetti di Pizzoli, ditta edile “Sabatini Alberto di Montereale e ristorante “La Monachina”, sempre di Montereale.

Il “pomeriggio culturale” del 13 agosto precede i consueti festeggiamenti in onore di San Rocco, Patrono di Cabbia, di cui si sta occupando un apposito Comitato Festeggiamenti. Graditissima l’occasione per ringraziare, oltre all’associazione che si sta occupando di questo meraviglioso restauro, l’associazione Rinnovamento per il grandioso lavoro svolto nel recuperare e ristrutturare il dopo lavoro; il comitato festeggiamenti “S. Rocco 2013” che si è impegnato nel restauro della statua di S. Rocco rientrata, con una solenne cerimonia, il 9 u.s. a Cabbia e in generale tutti coloro che lavorano per il bene del paese rispettando il vecchio detto popolare secondo cui:” l’unione fa la forza”. Taluni continuano ancora a dire e pensare che con la cultura non si mangia; non è assolutamente così. Essa, oltre ad essere portatrice di progresso, memoria e civiltà, potrebbe sviluppare enormi possibilità occupazionali. Buon ferragosto a tutti.