IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Regione, Forza Italia: «Pd nel caos più totale»

«Un Pd nel caos più totale, una maggioranza che naviga a vista che non ha numeri in Commissione e con il fiato corto si prepara a portare una serie di provvedimenti molto importanti al prossimo Consiglio regionale».

E’ questo il commento dei Consiglieri regionali di Forza Italia a margine della lunga giornata di lavori in Commissione.

«Ieri – prosegue la nota – abbiamo avuto la chiara percezione che questo centrosinistra è in confusione e si è infilato in un imbuto con provvedimenti “sfallati”, insensati, sui quali non ha i numeri: in Prima Commissione di fatto erano presenti solo 15 Consiglieri e non c’era quindi il numero necessario per approvare le Leggi. Solo il grande senso di responsabilità del centrodestra ha permesso di non vanificare tutto e ha consentito di lavorare regolarmente, altrimenti ci sarebbe stato il “rompete le righe”. Tutto rinviato a martedì, sia in Commissione sia in Aula, sul riordino delle Province rispetto al quale abbiamo sollevato numerose perplessità, presentando una serie di emendamenti migliorativi. E’ chiaro che se non ci saranno le opportune coperture finanziarie, per il trasporto dei portatori di handicap e altri fondi per funzioni delegate, il nostro sarà un ostruzionismo ad oltranza».

«C’è un altro tema caldo e riguarda la variazione di Bilancio che rischia di far saltare gli impegni presi con le più importanti istituzioni, associazioni e manifestazioni culturali abruzzesi come l’ISA dell’Aquila. Se la Regione non trova le risorse per il co-finanziamento c’è il pericolo concreto di perdere anche i fondi nazionali. Abbiamo invitato la maggioranza a fornirci un’adeguata documentazione su cui ragionare seriamente visto che il nostro obiettivo è rendere i provvedimenti efficaci e produttivi mettendo rimedio a uno scenario a dir poco preoccupante. E comunque abbiamo individuato una serie di interventi mirati su tutto il territorio regionale dove c’è ricchezza di manifestazioni culturali di grandissimo rilievo», continua la nota.

«Stiamo assistendo alla concretizzazione di un mix di fattori negativi come lentezza, incapacità, pressapochismo, mancanza di programmazione che niente hanno a che fare con la Regione facile e veloce promessa agli abruzzesi in campagna elettorale e che oggi è solo una chimera. Pezzi della maggioranza cominciano a prendere le distanze e qualche esponente del Pd non sopporta più questa prevaricazione dei territori. Insomma dopo più di un anno siamo già “alla frutta”», questa la conclusione.