IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Centro Turistico Gran Sasso, spunta avviso pubblico

Su proposta del sindaco Massimo Cialente la Giunta comunale dell’Aquila, nell’ultima seduta, ha indetto un avviso pubblico diretto alla verifica dell’esistenza di interesse per l’affidamento della progettazione e realizzazione, attraverso la partecipazione finanziaria pubblico-privata, di un programma di investimenti e successiva gestione, a titolo oneroso, del complesso dei beni del Centro Turistico del Gran Sasso.

Come precisato dall’amministrazione comununale, «l’avviso non costituisce né un’offerta contrattuale né una sollecitazione a presentare offerta, ma è da intendersi come un mero procedimento preselettivo finalizzato alla raccolta di manifestazioni di interesse e di informazioni che non comporta né diritti di prelazione, né impegni o vincoli per coloro che manifestano interesse e per l’Amministrazione». Quest’ultima, in particolare, si riserva di decidere successivamente se e in quali termini procedere alle fasi successive. Lo schema operativo di intervento sarà, quindi, definito puntualmente solo dopo l’analisi delle manifestazioni d’interesse, e sarà, descritto nello studio di fattibilità (SdF).

In via programmatica, sarebbe intenzione del Comune mettere a disposizione tutti gli asset del Ctgs, compreso il contratto di gestione della funivia, al soggetto privato che sarà individuato tramite le procedure previste dalla normativa vigente. Il soggetto individuato si impegnerebbe, come minimo, alla realizzazione del completo piano di investimenti che emergerà dallo SdF, utilizzando risorse pubbliche, attualmente ammontanti a 31.570.000 euro, che sarebbero incrementate, in caso di positiva evoluzione della richiesta di ulteriori risorse al Cipe, fino a 41.570.000 euro. Tali risorse sarebbero trasferite al gestore dal Ctgs/Comune; il gestore apporterà risorse private per non meno di 11.000.000 euro, assicurando inoltre, con proprie risorse finanziarie, i rinnovi, le sostituzioni e gli ammodernamenti che risulteranno necessari periodicamente. Gli investimenti saranno iscritti nel bilancio del Ctgs/Comune.

Il soggetto gestirebbe per un periodo congruo l’intero patrimonio del Ctgs, asset attuali e derivanti dalla realizzazione del piano, corrispondendo un canone idoneo a fronteggiare l’ammortamento del debito del Ctgs nei confronti del sistema bancario e tale comunque da assicurare l’equilibrio economico-finanziario dell’intera operazione. In futuro il Comune potrebbe, liquidando il Ctgs, intestarsene attivo e passivo ed assumere direttamente il ruolo di controparte del gestore. Il gestore potrà incrementare gli investimenti in accordo con il Comune.

LE ALTRE DECISIONI DELLA GIUNTA – La giunta ha poi aderito al progetto “Il Giorno del Dono”, promosso dall’Istituto italiano della donazione, ora legge della Repubblica italiana, che si celebrerà il 4 ottobre di ogni anno, impegnandosi a diffondere l’iniziativa e le attività ad esso legate.

Su proposta dell’assessore Elisabetta Leone, la Giunta ha poi approvato il Codice di Comportamento interno dell’Ente, che verrà applicato a tutto il personale a tempo indeterminato, determinato, collaboratori o consulenti con qualsiasi tipologia di contratto o incarichi e a qualsiasi titolo, ai titolari di organi e di incarichi negli uffici di diretta collaborazione delle autorità politiche, nonché nei confronti dei collaboratori a qualsiasi titolo di imprese fornitrici di beni o servizi e che realizzano opere in favore dell’Amministrazione.

Ha infine approvato, su proposta del Sindaco, un atto di indirizzo e controllo nei confronti delle società partecipate dal Comune dell’Aquila, che fungerà da direttiva di contenimento delle spese per le risorse umane anche per la società Gran Sasso Acqua Spa, della quale il Comune è socio di maggioranza, al fine di condividere con gli altri soci pubblici, in sede di controllo analogo congiunto, i contenuti in materia di contenimento delle spese con particolare riferimento ai vincoli assunzionali e al personale e per l’adozione di procedure di mobilità.

Nella seduta precedente, invece, su proposta dell’assessore alle Politiche Sociali Emanuela Di Giovambattista, la Giunta comunale aveva approvato un atto di indirizzo per la costituzione di un Ufficio Finanziamenti Europei.

Obiettivi dell’Ufficio, saranno quelli di migliorare l’accesso dell’Amministrazione comunale alle opportunità finanziarie dell’Unione Europea; promuovere uno sviluppo internazionale del territorio comunale; sviluppare azioni di cooperazione, a livello nazionale ed internazionale e dialogare con le Istituzioni comunitarie.

«L’Ufficio – ha dichiarato l’assessore Di Giovambattista – contribuirà alla valorizzazione economica, sociale, culturale del territorio e della sua popolazione, offrendo un servizio pubblico rivolto alle istituzioni locali, agli operatori economici ed ai cittadini interessati alle opportunità di crescita offerte dall’Unione europea, fornendo informazioni, consulenza, assistenza e promuovendo, altresì, la cultura europea. L’Ufficio Europa, si farà pertanto promotore di un piano strategico dell’Amministrazione per il ricorso ai finanziamenti europei che abbia come fondamento una visione globale dell’idea di città che si intende promuovere. Si occuperà del monitoraggio dei bandi e di rilevare, anche tramite tavoli intersettoriali, le esigenze dei singoli settori e di predisporre pertanto una programmazione dell’azione dell’amministrazione in ambito comunitario».