IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Pescara, 7 mila euro abbandonati fra i rifiuti

Singolare rinvenimento da parte di ‘Attiva’ nella mattinata odierna a Pescara. Gli operatori della società, che lavora per conto del Comune, hanno prelevato dei rifiuti ingombranti come da procedura, ma all’atto della sistemazione nel contenitore destinato al trasporto, gli addetti e il personale della Spa sono stati colti di sorpresa poiché, alla fine delle operazioni, sono saltati fuori circa 7 mila euro.

«Nei giorni addietro Attiva era stata contattata da un cittadino per caricare dei rifiuti ingombranti, che come da accordi presi erano stati depositati al civico indicato dall’utente in via Nuovo Tiro a Segno – racconta l’assessora alla Qualità Ambientale Paola Marchegiani -. Così è stato stamattina intorno alle 8, ora fissata per il ritiro, quando gli operatori si sono recati al civico indicato».

Lì hanno prelevato i materiali presenti contenuti nella lista e anche altro materiale fra cui un piccolo mobiletto con dei cassetti. Una volta rientrati in sede, mentre veniva scaricato il contenuto del camion nel cassone degli ingombranti per le operazione di differenziazione dei rifiuti, i cassetti del mobiletto si sono aperti ed è venuta fuori una busta che conteneva 6.980 euro in contanti.

«La somma era riposta e divisa in banconote da diverso taglio. Senza alcun indugio e con un senso di profonda onestà – commenta l’assessore – gli operatori di Attiva hanno avvisato i loro responsabili dell’eccezionale rinvenimento. Subito dopo e’ stato chiamato il 113 e il contenuto del mobiletto è stato consegnato alla Polizia per i rilievi del caso e per la procedura che, speriamo, dovrà servire a rintracciare il proprietario».

«Con la speranza che la somma piuttosto importante, rilevata per puro caso dagli operatori di Attiva ai quali va intanto il nostro grande apprezzamento, possa ricongiungersi al legittimo proprietario o proprietaria, ci siamo messi a disposizione delle forze dell’ordine per agevolare tale ricerca».

X