IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Appennini senza segreti, parte l’avventura della biodiversità

La sede aquilana del Corpo Forestale dello Stato questa mattina ha ospitato una conferenza stampa finalizzata a illustrare tutti i dettagli del “Cammino della biodiversità”, che muoverà i primi passi mercoledì 29 luglio da Magliano de’ Marsi, per raggiungere il Gran Sasso sabato primo agosto, dopo aver percorso 70 chilometri a piedi, superato 1700 metri di dislivello e attraversato due stazioni di ricerca Lter.

Alla conferenza stampa hanno partecipato il vice questore aggiunto Forestale Bruno Petriccione, coordinatore del Cammino e referente della stazione di ricerca Lter del Gran Sasso, l’assessore all’Ambiente del Comune dell’Aquila Maurizio Capri, la dirigente del settore Ambiente Paola Giuliani e la direttrice del Giardino Botanico Alpino di Campo Imperatore Loretta Pace, dell’Università dell’Aquila.

Domani, mercoledì 29 luglio, alle ore 9, presso il Centro Visite della Riserva Naturale Statale “Monte Velino” a Magliano de’Marsi, il Cammino sarà presentato alla stampa e al pubblico direttamente dai suoi protagonisti, oltre che dagli enti promotori ed aderenti, subito prima dell’effettiva partenza alla volta del Monte Velino.

I ricercatori impegnati nelle Ricerche Ecologiche di Lungo Termine su ecosistemi (Rete Lter-Italia) e biodiversità (LifeWatch) stanno percorrendo assieme ai cittadini tre itinerari di divulgazione scientifica, come eventi di comunicazione della scienza a Expo 2015, patrocinati dal Consiglio Nazionale delle Ricerche e dal Corpo Forestale dello Stato (www.lteritalia.it/cammini): Mesothalassia, ciclo-staffetta ecologica dalle dune del Molise al Golfo di Napoli (dal 28 giugno al 7 luglio);

Sugli Appennini Centrali dal Velino al Gran Sasso, l’avventura della biodiversità (dal 29 luglio al 1° agosto);

Rosa. . . azzurro . . . verde! Eco-staffetta tra i siti Lter dal Monte Rosa al Lago Maggiore (dal 22 al 28 agosto).

Il Cammino della biodiversità si svolge sui monti dell’Abruzzo e unisce due siti Lter di alta quota, entrambi gestiti dal Corpo Forestale dello Stato, dal Monte Velino al Gran Sasso passando per L’Aquila. Il Cammino percorrerà, prevalentemente a piedi, il paesaggio caratteristico della montagna interna dell’Appennino Centrale, dai boschi misti, alla faggeta, alle praterie di alta quota, con elevatissimi valori di biodiversità. Si attraversano aree ad alto valore ambientale e turistico, due Parchi Naturali, uno Regionale (Sirente-Velino) e l’altro Nazionale (Gran Sasso e Monti della Laga), una Foresta Demaniale Regionale (Monte Ocre-Acquazzese) una Riserva Naturale Statale già istituita (Monte Velino) e una in corso di istituzione (Doline di Ocre). Si partirà con attività nella Stazione Lter del Monte Velino, rilevamenti della vegetazione e osservazioni ornitologiche.

I partecipanti saranno accompagnati da botanici, ornitologi e geologi lungo tutto il percorso. La giornata conclusiva del primo agosto, nella Stazione Lter del Gran Sasso, vedrà uniti ricercatori, naturalisti dilettanti e volontari in uno studio intensivo sul campo (un “Bioblitz”), per determinare tutte le specie vegetali e animali che vivono nell’area, contribuendo così alla definizione dello stato della biodiversità.