IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Abruzzo nel segno dell’Eros, ma sotto l’ombrellone

di Gioia Chiostri

Sabbia a fuoco, mare in tempesta, sole bollente, animo acceso dalla candela del ‘per sempre’ racchiusa in un graffio gentile. Esiste un unico modo per dire ti amo? Secondo le grinfie, le lingue e le unghie laccate di rosso della Letteratura erotica, no. Tanti sono i nodi che attorniano il desiderio voglioso di un essere umano, sia esso di sesso maschile o femminile. Tutto sta nello scioglierli lentamente, con l’ausilio assoluto di una mente aperta e libera dallo scotto del proibito. Quest’anno, la bella terra accaldata di Martinsicuro diverrà il luogo ideale dove tutti i nodi suddetti verranno al pettine della spiegazione e del confronto erotico. Partirà, di fatti, il 31 luglio venturo la prima edizione abruzzese del Festival della Letteratura dell’Eros: un’occasione unica di incontro fra penne, pensieri e parole seducenti, sessuologhe e serpentine.

«La prima edizione del Festival – ci fanno sapere gli organizzatori – nasce dal desiderio di creare un evento estivo ad hoc che andasse a ricalcare il ‘fratello maggiore’ di Zibello, in provincia di Parma, ideato, a suo tempo, proprio dalla stessa Rosalba Scaglioni, madrina dell’Eros parlato e della cucina scelta come accompagno. Quest’ultimo, che ha nome di ‘UnPOdieros’, ha cadenza annuale e si tiene l’ultima settimana di settembre. Martinsicuro, quindi, si appresta a divenire una sorta di seconda casa dell’amore vissuto sotto le lenzuola. Ma attenzione: non v’è traccia di pornografia. «La scrittura erotica, di fatti, – spiega la scrittrice abruzzese Antonella Aigle, penna di lusso e di lustro in quanto alla sfumatura rossa dell’amore raccontato – è da considerarsi frutto del desiderio umano. Sottintende, cioè, il solo bisogno di mettere in riga emozioni forti e contrastanti, con l’intento di imbrigliarne i contenuti. Non si configura affatto come un mero prurito sessuale. Parlare di eros è possibile ovunque: in biblioteca, in libreria, in teatro, in sala consiliare o in una rotonda del lungomare. L’importante è che si dia voce all’ebbrezza più umana che vi sia».

Ideatrice dell’evento è la scrittrice Antonella Aigle, su modello dell’evento firmato dall’autrice Rosalba Scaglioni, in arte ‘Liviana Rose’, la quale verrà affiancata, in questa strabiliante impresa di trasportare nel mare d’Abruzzo il concetto erotico di Zibello, da Massimo Casarini, della casa editrice ‘Damster Edizioni di Modena’, che ha supportato in tutto e per tutto l’idea di creare un evento estivo di genere e una raccolta di racconti ad hoc, intitolata ‘Sabbia Bollente’. Il Festival avrà, per così dire, tre anime cucite assieme: venerdì 31 luglio, la scrittrice originaria di Martinsicuro, Antonella Aigle, presso la sala consiliare del Comune, intervisterà l’attore pornografico, attore televisivo e scrittore Franco Trentalance, sostenuta e supportata in questa originale occasione, dall’amica di penna Martina Mars. Seguirà un Talk show sostenuto dal pornodivo stesso dal titolo di ‘Trattare con cura’. La serata si chiuderà in bellezza con una accattivante degustazione di birre artigianali al vino presso la cantina Collevite, il tutto armonizzato dalle note di Lorenzo Rocco Lavecchia, pianista. L’ingresso per la serata bollente avrà il costo minimo di 10 euro.

Il Festival erotico riaprirà i battenti, poi, il giorno seguente, sabato 1 agosto, nella innovativa location della Rotonda del Lungomare. Il secondo giorno avrà il sapore della scrittura; di fatti, verranno presentati, alle ore 21,30, i tre romanzi dell’autoctona Antonella Aigle (segnatamente: ‘In paradiso’, ‘ultima fermata in paradiso’ e ‘Rossa come il fuoco’), i quali hanno scalato giorno dopo giorno le classifiche virtuali di Amazon.it in un batter di ciglia. Sarà un meeting dal marchio della seduzione grazie agli interventi della giornalista e scrittrice Grazia Scanavini, degli autori e autrici Ashara Amati, Federica D’Ascani, Rosalba Scaglioni, Valter Padovani, Itacchia Spillo, Martina Mars, Rosa Boccadi, Franz za. A seguire: ‘Eros in valigia’, con le direttive di Simona Paoletti, consulente della Valigia rossa. Il tutto verrà mitigato dalla mostra di quadri e fotografie – ad opera di artisti brillanti quali Timmi Sceverti, Fulvio Massi, Luca De Falco e Valeria Trasatti – e da un’esibizione sensualissima di ballo, artefatta dalla scuola locale di tango ‘Teratango’.

Si approderà, così, all’ultima giornata di Eros imbrigliato dal nero sul bianco. Domenica 2 agosto, presso lo Chalet Boca Beach, è in previsione una vera e propria cascata refrigerante di letture sotto l’ombrellone: le scrittrici Antonella Aigle e Federica D’Ascani intervisteranno Michele Cogni, conosciutissimo autore di libri quali ‘Cinquanta sfumature di gola, la cucina della passione’ e ‘Aggiungi un pesto a tavola’. L’eros, quindi, si sdraierà, anche se per un giorno solo, sul tavolo da lavoro della cucina. Attesissima, inoltre, la presentazione della raccolta di racconti bollenti intitolata ‘Bagnami’, costruita, mattone d’inchiostro dopo mattone d’inchiostro, dal gruppo eterogeneo di scrittrici di parole seducenti ‘Le Staroccate’, composto da otto brillanti autrici facenti parte del panorama nazionale dell’Eros di carta odierno, le quali si son ritrovate amiche e complici sotto l’ombrellone della letteratura erotica. La loro nuova raccolta di racconti ha, come filo conduttore, l’elemento ambiguo dell’acqua. Sarà presente la casa editrice Damster Edizioni di Modena. ‘Bagnami’, il suo ultimo prodotto editoriale, disponibile già da ora sulla piattaforma Amazon.it, riassume la passione arsa e bruciata sulla spiaggia, tra le file di cabine deteriorate dal tempo o sotto l’ombra solitaria di una pineta del lungomare, tra la spuma dei cavalloni e le orme di piedi nudi lasciate a mo’ di testimonianza di presenza ed essenza sull’arenile bagnato. In Abruzzo, quindi, va in scena l’amore come non lo si era mai visto. Figuriamoci vissuto fin dentro le ossa e su per la gola. Il fuoco di una notte, che può marchiare il corpo per un attimo che vale tutta una vita, brucerà la costa nostrana in un caldo finale di luglio inatteso. In tre giorni: il desiderio, il brio e l’educazione all’Eros faranno breccia nella bocca dello stomaco di molti.