IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

La ‘Madonna di Canneto’ a Villavallelonga

Grande interesse sta riscuotendo presso la comunità di Villavallelonga l’arrivo della Madonna di Canneto. Il 16 luglio, infatti, la ‘Virgomobile’ trasporterà la statua della ‘Vergine Bruna’ dalla città di Alvito (Fr) a Villavallelonga, dove ne è previsto l’arrivo alle ore 20.

La ‘visita’ della Madonna di Canneto rappresenta un fatto storico: mai era successo prima che avesse visitato il paese spostandosi dal Santuario nella Val di Canneto, Comune di Settefrati (Fr).

Il culto della Madonna di Canneto a Villavallelonga risale a dopo la pestilenza del 1656, quando un uomo del luogo, colpito dalla peste, riuscì a guarire dal morbo. Si racconta che tale persona ebbe un sogno in cui una Signora gli preannunciava la guarigione e gli raccomandava di andarla a ringraziare nella sua casa. Costui non conosceva né l’identità della Signora né il luogo dove recarsi, allora chiese nel sogno di indicargli la strada e questa gli disse: “prendi la strada dei monti e nei punti in cui non riuscirai ad orientarti troverai un bambino che ti indicherà dove andare”.

A questo pellegrinaggio iniziale si sono aggiunte nel tempo altre famiglie per ringraziare la Vergine di Canneto dell’intercessione per la procreazione e il buon esito della gravidanza.

Ancora oggi il pellegrinaggio si ripete allo stesso modo. La partenza avviene nelle prime ore del 20

agosto e il rientro nel pomeriggio del giorno 23. Il percorso è di forma circolare, cioè non viene usato lo stesso tragitto dell’andata per il ritorno, toccando località diverse così come era stato comunicato dalla Madonna: da Villavallelonga attraverso il valico dell’Aceretta, superando i Paesi di Pescasseroli e Opi, la Val Fondillo e il Passo dell’Orso. Il ritorno dal Paese di Settefrati, dove viene spostata la Madonna per la festa, a San Donato Val di Comino, Alvito, Val di Rio, Valle Carbonara e rientro a Villavallelonga attraverso il valico Schiena d’Asino.

{{*ExtraImg_248264_ArtImgCenter_500x726_}}