IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Successi per la scuola aquilana di Ginecologia e Ostetricia

Grande successo, a L’Aquila, per il XXIV congresso nazionale dell’Associazione italiana di urologia ginecologica e del pavimento pelvico (Aiug), tenutosi presso la sala congressi del San Donato, il 25, 26 e 27 giugno.

L’evento, organizzato dal professor Gaspare Carta, presidente eletto Aiug per l’anno 2016, ha visto la partecipazione di oltre 600 specialisti del settore provenienti da tutta Italia. Tra questi erano presenti le più autorevoli figure in campo uroginecologico, oltre che i presidenti delle più illustri sigle di categoria ed eminenti rappresentanti del mondo accademico, tra i quali il professor Massimo Moscarini, presidente onorario del congresso.

Durante la tre-giorni congressuale sono stati toccati temi di grande attualità in campo uroginecologico, con sessioni incentrate sull’approfondimento di ambiti ultraspecialistici, come quello colonproctologico e fisioriabilitativo. Molta attenzione è stata inoltre dedicata all’aggiornamento chirurgico con la presentazione di nuove tecniche mininvasive di chirurgia laser e robotica per il trattamento della patologia pelviperineale. Uno dei momenti di più alto livello scientifico è stato raggiunto durante le sessioni di Chirurgia Live in cui in diretta streaming sono state collegate con il congresso ben 11 sale operatorie di diversi ospedali italiani (Verona, Roma, Napoli, Erba, Ancona, Andria, Pescara, Mantova, Lecce, Lecco, Vicenza). Altrettanto significativo è stato il contributo formativo

fornito dalla diretta streaming di chirurgia su cadavere dal BodyLab di Arezzo.

Sotto il delicato coordinamento della professoressa Angela D’Alfonso e del professor Felice Patacchiola, responsabili della segreteria scientifica dell’evento, è stato possibile l’avvicendamento di oltre 140 relatori e l’alternanza di comunicazioni libere, discussioni, training time, Live Surgery e tavole rotonde, che hanno fornito al congresso un taglio più interattivo e dinamico, che ha permesso ampio spazio ai giovani.

All’Università dell’Aquila è andato anche un importante riconoscimento con il premio, istituito in sede congressuale, per il miglior contributo scientifico proposto, conferito alla dottoressa Maria Gabriella Carbone, medico in formazione specialistica in Ginecologia e Ostetricia presso l’Università degli Studi dell’Aquila, per una ricerca dal titolo “Analisi istochimica del difetto vascolare e nervoso nel prolasso genitale”, svolta in collaborazione con il Prof. G. Carta, la Prof.ssa A. D’Alfonso e il Prof. F. Patacchiola.

Di grande merito sono stati poi l’interesse e l’impegno dimostrati dal professor Carta per il potenziamento dell’offerta formativa in ambito uroginecologico. Una consensus di accademici da lui presieduta, riunitasi durante la seconda giornata congressuale, ha infatti approvato l’inserimento dell’insegnamento dell’uroginecologia nel piano degli studi della scuola di specializzazione in Ginecologia e di Ostetricia.

X