IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sicurezza sul lavoro, studio marsicano a Varese

Un caso-studio per la “prevenzione e la protezione dei lavoratori in ambienti confinati e a pericolo inquinamento” è stato presentato nei giorni scorsi in occasione del 32esimo congresso nazionale di igiene industriale e ambientale – Aidii svoltosi a Varese, presso l’Università degli studi dell’Insubria.

Relatore un giovane tecnico marsicano, il dottor Domingo Scolta, che ha presentato un lavoro sviluppato con il supporto dell’Ente Scuola Edile e C.p.t. della provincia dell’Aquila, già illustrato all’Università del capoluogo, su un argomento spesso presente nelle pagine di cronaca a causa delle pesanti conseguenze, per lavori in spazi confinati con sospetto di inquinamento effettuati in maniera non consona alle prescrizioni di Legge.

Il congresso annualmente pubblica particolari casi–studio con l’obiettivo di trasmettere ai professionisti del settore dati statistici, modalità operative e linee di indirizzo sull’Igiene Occupazionale e Ambientale e quest’anno è stato prescelto quello riguardante le “[i]procedure di accesso, lavoro e soccorso in spazi confinati, con sospetto di inquinamento[/i]”.

{{*ExtraImg_247216_ArtImgRight_300x300_}}Il caso è stato studiato in modo da poter essere facilmente adattato a vari possibili luoghi confinati e alla maggior parte delle tipologie di lavorazione, fornendo agli operatori le istruzioni sui comportamenti di lavoro e di soccorso, oltre alla cognizione sugli strumenti tecnici occorrenti per gestire attività a rischio riguardanti lavori svolti all’interno di serbatoi, silos, reti fognarie, cisterne e vasche, tubazioni, e così via.

«Lo studio – ha commentato il relatore – rappresenta un utile strumento per implementare specifici corsi di formazione e addestramento che tengano presente non solo le capacità di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di terza categoria ma anche le procedure di recupero e di indicazione di possibili sistemi di accesso, attività varie e soccorso degli operatori infortunati negli spazi confinati o a sospetto di inquinamento, da sempre considerati tra i più pericolosi per l’alto rischio di infortunio e di morte a causa della presenza di sostanze o condizioni di pericolo».

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X