IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Luca Bruno nuovo presidente del Rotary Club L’Aquila

E’ Luca Bruno il nuovo presidente del Rotary Club L’Aquila.

Ieri sera, con la tradizionale cerimonia del “passaggio del martelletto”, Giovanni Pisano ha passato il testimone a Luca Bruno. Nel corso della serata, a cui hanno preso parte oltre 130 persone, Pisano ha illustrato le attività svolte durante il suo anno di presidenza.

«”Accendi la luce del Rotary”: questo è stato il mandato affidatoci dal presidente internazionale, il taiwanese Gary Huang, per questo anno rotariano, spiegandone il significato con la frase di Confucio: “[i]E’ meglio accendere una piccola candela che rimanere fermi a maledire l’oscurità[/i]”». E’ iniziato con queste parole l’intervento di commiato di Pisano, che ha sottolineato come l’attività del Club sia stata fortemente orientata «alla ricostruzione, sia materiale che immateriale, per il nostro prossimo, come è nello spirito rotariano, e per noi stessi, in fondo anche noi vittime dei danni del sisma».

Il presidente uscente ha poi elencato quanto realizzato dal Club nell’anno del suo mandato. Dall’allestimento presso la Questura dell’Aquila di una sala per audizioni protette destinata a chi subisce il reato della violenza di genere, alla realizzazione dell’opera del maestro Corneli installata presso la rotatoria “del Tribunale”. Grande attenzione poi è stata rivolta al mondo giovanile attraverso quella che il Rotary chiama “Via d’azione della Gioventù“. In questo senso va l’organizzazione di un forum di orientamento post-diploma, la realizzazione insieme all’Università di un sondaggio sull’uso (e l’abuso) di fumo e alcol tra i giovani. Il Rotary ha poi sponsorizzato il primo premio del Certamen Sallustianum riservato ai giovani dei licei e finanziato la partecipazione di un giovane al RYLA, il programma del Rotary International per aiutare i giovani a scoprire e utilizzare i propri talenti per affrontare più consapevoli il mondo del lavoro.

Un saluto e un ringraziamento Pisano lo ha poi rivolto ai giovani del Rotaract aquilano, che hanno colto e applicato perfettamente i principi e i valori Rotariani. Ancora Pisano ha illustrato la partecipazione del Club a tutte le iniziative distrettuali, tra le quali il Rotary Campus che quest’anno ha ospitato circa 340 persone tra disabili e accompagnatori. Infine ha riferito sull’operato del Club nella dimensione internazionale annunciando come la Rotary Foundation abbia trasmesso la definitiva approvazione (con finanziamento di oltre 60.000 dollari) del progetto umanitario “Reach out to Togo”, progetto che prevede la ristrutturazione di 4 centri di assistenza sanitaria in Togo con l’obiettivo di contribuire a ridurre la mortalità e dare più salute a 4 comunità, in territori rurali di regioni interne del piccolo paese africano.

Alla serata hanno partecipato, tra gli altri, anche il governatore di distretto Marco Bellingacci, il governatore entrante Sergio Basti, il prefetto dell’Aquila Alecci e il sindaco dell’Aquila Cialente.

Ospite d’onore la musicista Grazia Di Michele. La cantautrice ha voluto omaggiare i presenti ripercorrendo in musica la sua storia professionale, dagli esordi al folk studio di Roma fino all’ultimo Sanremo in coppia con Mauro Coruzzi, in arte Platinette.

{{*ExtraImg_247227_ArtImgRight_300x450_}}Infine la parola è andata al nuovo presidente Luca Bruno che ha tracciato le linee strategico-operative del Club. Bruno ha sottolineato la necessità che il Rotary dia maggiore visibilità alla propria azione di service e che sappia cogliere e interpretare in concreto i segnali e gli stimoli provenienti dalle nuove generazioni, dalle nuove professioni e dalle nuove imprenditorialità, guardando con rinnovata attenzione al mondo giovanile, lavorando e indirizzando le migliori energie Rotaryane affinchè si cerchino gli strumenti e le motivazioni per far restare all’Aquila i nostri ragazzi.

Inoltre il presidente ha dedicato un ampio passaggio del suo discorso alla ricerca e alla cultura, strumenti straordinari di crescita, sviluppo e coesione sociale. «Quanti sono i cervelli che fuggono dal nostro Paese- ha affermato Bruno – per la mortificazione, l’emarginazione e il sistematico taglio di fondi perché la ricerca viene considerata un ramo secco e improduttivo dagli enti e dagli imprenditori italiani. E a proposito di tagli di fondi viene spontaneo di pensare alla cultura e alle umiliazioni che in questo periodo di crisi economica sta subendo. Eppure si tratta di un mondo che può catturare l’interesse delle giovani generazioni, tenere lontani i nostri ragazzi dai falsi miti della nuova società, aiutare a superare il disagio sociale che pure a L’Aquila spinge sempre più verso il consumo di droga e alcol. E non è certo retorica affermare che la cultura prepara i cittadini del domani».

Nel corso della cerimonia è stato presentato anche il nuovo direttivo:

Presidente: Luca Bruno;

Past president: Giovanni Pisano;

Presidente eletto anno sociale 2016-2017: Massimo Casacchia;

Tesoriere: Guido Passerini;

Segretario: Armando Carducci;

Prefetto: Fabrizio Lazzaro;

Consiglieri: Ruggero Ruggeri, Rossella Iannarelli, Carlo Fonzi.