IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Droga Albania-Italia, al via gli interrogatori

Si terranno mercoledì, all’Aquila, i primi interrogatori di garanzia degli arrestati nell’ambito della maxi inchiesta denominata “Dama Bianca“, coordinata dalla Dda dell’Aquila, a cui hanno lavorato la squadra mobile di Teramo e la Guardia di finanza dell’Aquila.

Gli arrestati devono rispondere di associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. La presunta gang albanese-romena, secondo le indagini, avrebbe creato una fitta rete di spaccio che vedeva fra gli acquirenti anche nomi della Teramo-bene. Lo smercio interessava anche il Pescarese.

Le ordinanze di custodia cautelare per otto persone (13 gli indagati) sono state firmate dal gip Giuseppe Gargarella su richiesta del sostituto procuratore della Distrettuale antimafia, David Mancini. Degli 8 provvedimenti restrittivi alcuni sono in carcere, altri ai domiciliari.

Intanto, sabato sera, ai carabinieri dell’Aquila si è costituito il costruttore aquilano 43enne Walter D’Alessandro che, stando sempre alle indagini, avrebbe messo a disposizione dell’organizzazione mezzi e strumenti provvedendo anche a finte assunzioni per far ottenere i permessi di soggiorno ad alcuni stranieri. Sul conto del costruttore, parallelamente, erano in corso anche le indagini della Finanza per la non congruità fra i redditi dichiarati e le proprietà posedute che lo stesso avrebbe intestato, subdorando accertamenti a suo carico, a prestanomi (fra cui auto di lusso, appartamenti e yacht), beni che, tuttavia, sarebbero rimasti a sua disposizione. Per il costruttore il gip aveva disposto gli arresti domiciliari.