IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Nuovi ‘angeli custodi’ per i boschi abruzzesi

Una collaborazione, con uomini e mezzi, per tutte le attività di lotta agli incendi boschivi e per la formazione dei volontari di Protezione civile. La firma dell’accordo di programma annuale tra la Regione Abruzzo, Corpo Forestale dello Stato, Dipartimento Vigili del Fuoco e Prefettura è avvenuta oggi all’Aquila, a Palazzo dell’Emiciclo. Presenti il presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso, il Prefetto dell’Aquila Francesco Alecci, il comandante regionale del corpo Forestale Ciro Lungo, il direttore regionale dei Vigili del fuoco Giorgio Alocci e l’assessore Mario Mazzocca.

{{*ExtraImg_246424_ArtImgRight_300x199_}}«Ci prepariamo al meglio a fronteggiare la stagione estiva per tutelare il patrimonio ambientale – ha commentato Mazzocca – Abbiamo investito circa 500mila euro per attività di prevenzione e lotta attiva agli incendi boschivi. L’Abruzzo presenta oggi una superficie di circa 400 mila ettari di patrimonio boschivo di cui 180 mila ricadono nelle aree protette e 25 mila ettari, tra il 2007 e il 2014, sono andati distrutti dal fuoco. Con una stima del danno economico causato dagli incendi boschivi nello stesso periodo di riferimento pari a 95 milioni di euro. Questi dati spiegano la strategicità di questa nostra azione antincendio».

Le due convenzioni prevedono che i due corpi nazionali partecipino in supporto alla Struttura regionale di Protezione civile all’organizzazione del sistema di prevenzione e lotta agli incendi boschivi, funzioni delegate dallo Stato alle Regioni che in virtù della legge quadro 353/2000 possono avvalersi dei due corpi nazionali. Sia alla Forestale, sia ai Vigili del fuoco, la Regione garantirà il supporto delle organizzazioni di volontariato con personale appositamente formato.

{{*ExtraImg_246425_ArtImgRight_300x199_}}Un altro protocollo, infatti, prevede la realizzazione del corso avanzato sull’antincendio boschivo rivolto ai volontari di protezione civile che saranno impiegati nelle operazioni di spegnimento degli incendi. Si tratta di cinque edizioni per la formazione di volontari, circa 200, che si completerà entro giugno 2015. La convenzione impegna il Corpo Forestale dello Stato a realizzare i corsi regionali secondo un programma concordato con la Regione e il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, garantendo il coordinamento della didattica, dei docenti e delle esercitazioni, nonché l’accoglienza dei partecipanti e la fornitura del vitto e l’alloggio presso la Scuola del Corpo Forestale dello Stato di Gagliano Aterno per l’intera durata del corso trattandosi di un corso residenziale.

La forza antincendio regionale, che a conclusione dell’iter conterà oltre 400 volontari, rientra nel progetto di gestione informatizzata del volontariato di Protezione civile, avviata nella fase del censimento delle Organizzazioni, e pertanto i volontari sono censiti nell’anagrafica del sistema.