IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Consiglio Abruzzo, bocciata risoluzione su poli attrazione

La richiesta di un impegno del presidente della Giunta regionale abruzzese Luciano D’Alfonso affinché Sulmona (L’Aquila), Lanciano (Chieti) e Vasto (Chieti) vengano inseriti tra i poli di attrazioni dal dipartimento per lo sviluppo e la coesione economica ha spaccato la maggioranza di centrosinistra in Consiglio regionale.

La risoluzione presentata dai due consiglieri di Abruzzo Civico, Andrea Gerosolimo e Mario Olivieri, è stata bocciata (12 a 7) anche a causa dei voti della stessa maggioranza.

Abruzzo Civico, guidato dall’ex direttore del tg1, Giulio Borrelli, è forza di maggioranza spesso in posizione critica con la coalizione: non a caso i due consiglieri, nei mesi scorsi, hanno votato a favore della risoluzione delle opposizioni sul blocco della chiusura dei punti nascita, decisione che ha mandato su tutte le furie il governatore. Abruzzo Civico rivendica da mesi una presenza nella giunta regionale, dalla quale è rimasta fuori nonostante la buona perfomance alle elezioni regionali con la elezioni di due consiglieri.

«Con rammarico prendo atto della bocciatura di una risoluzione importante e molto attesa dai territori di riferimento. Il dato politico non mi preoccupa assolutamente, dovrebbe preoccupare altri – spiega Gerosolimo – Faccio il consigliere regionale e lavoro per fare il bene della collettività. A prescindere dalla votazione, ci sentiamo parte integrante della maggioranza». Olivieri liquida così il caso: «da questo momento mi aspetto solo fatti».

In Abruzzo, nell’ambito della strategia nazionale per le aree interne, il Dps ha individuato nella classificazione del 2014, che ha rettificato quella del 2012, sette poli di attrazione: L’Aquila, Avezzano, Pescara, Chieti, Teramo, e il polo intercomunale di Atri, Pineto, Roseto e Silvi. I poli di attrazione sono definiti “centri di offerta servizi” e sono individuati tra quei comuni in grado di offrire simultaneamente tutta l’offerta scolastica secondaria, ospedali sedi di dea di primo livello e stazioni ferroviarie platinum, gold o silver”. Sulmona era nel 2012 polo di attrazione, poi è stata declassata ad area intermedia, stessa classificazione di Vasto e Lanciano. Per Abruzzo Civico hanno i requisiti per essere promossi.