IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Omicidio Bazzano: Kapllani torna in aula

di Claudia Giannone

Si terrà il prossimo 19 luglio l’udienza in Corte di Assise di Appello che vede come imputato Kapllani Buhran, condannato in primo grado alla pena dell’ergastolo dalla Corte di Assise di L’Aquila per omicidio volontario e premeditato.

Il 17 gennaio 2013, l’imputato sarebbe uscito di casa con la sua automobile per recarsi al bar della stazione di Paganica e lungo il tragitto avrebbe notato dinanzi a sé la macchina della sua ex moglie Boshti Orjeta e del compagno di lei, Huna Shpetim, in procinto di entrare in un supermercato della piccola frazione di Bazzano. A quel punto, l’imputato avrebbe deciso di tornare a casa per prendere una pistola ed una volta tornato nei pressi del suddetto luogo, si sarebbe nascosto nelle vicinanze.

Una volta uscite le vittime, si sarebbe diretto verso la macchina impugnando la pistola e, avvvicinandosi al finestrino dal lato del passeggero dove era seduta la ex moglie, avrebbe sparato tre colpi all’interno dell’autovettura colpendo lei ed il compagno. Quest’ultimo, infatti, uscito dall’automobile, sarebbe comunque stato freddato da un colpo di pistola sparato alla nuca dopo un breve inseguimento.

Nella vettura delle vittime era presente anche la madre della donna, Boshti Maje, ma uccidere anche lei non rientrava evidentemente negli obiettivi dell’imputato che, in realtà, avrebbe voluto solo regolare i conti con la ex moglie ed il nuovo compagno: la suocera sarebbe stata quindi “risparmiata” nonostante fosse una scomoda testimone, così come le altre persone che a quell’ora erano presenti nel parcheggio del supermercato. L’accaduto, inoltre, è stato anche ripreso dalle telecamere di videosorveglianza presenti sul luogo, dalle quali si è potuto ricostruire il duplice omicidio.

L’imputato, difeso dagli avvocati Leonardo Casciere e Tommaso Colella, non avrebbe mai accettato l’allontanamento della donna ed il disgregarsi del nucleo familiare tanto da impedire ai quattro figli, ormai orfani di madre e con un padre dietro le sbarre, di partecipare al funerale della donna.

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X