IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, guerra alle affissioni abusive

E’ in procinto di partire, a L’Aquila, una campagna contro le affissioni abusive. Ad annunciarlo è il sindaco Massimo Cialente, che questa mattina ha incontrato il vice sindaco Nicola Trifuoggi, l’assessore Lelio De Santis e i dirigenti dei settori interessati.

«Il primo passo, cui provvederemo immediatamente – ha dichiarato il Sindaco – sarà quello di redigere un piano delle affissioni di cui sarà responsabile l’Ufficio Tributi, di concerto con le Opere Pubbliche, l’Urbanistica e l’Ambiente. Partiremo, poi, avvalendoci del sostegno della Polizia Municipale, con un controllo a tappeto, sia in città che nelle frazioni, andando a rimuovere e a sanzionare, anche penalmente, i manifesti abusivi. E’ nostra intenzione, inoltre, disciplinare anche le affissioni delle imprese di Pompe Funebri, affinché i manifesti mortuari non trovino spazio sui pali della luce, ad esempio, o sulle cabine elettriche o sui muretti. Peraltro, come da regolamento, i manifesti mortuari andrebbero rimossi dopo tre giorni, cosa che puntualmente non succede».

«Andremo, pertanto, a regolare in maniera rigorosa gli spazi – ha concluso Cialente – non solo per migliorare il servizio e renderlo giustamente remunerativo, ma anche per rendere la città più accogliente e ordinata. E’ arrivato il momento di arrestare questa deriva di deregulation che si è istaurata soprattutto dopo il terremoto, che mortifica la città ed i cittadini. La base di una convivenza democratica e civile sta nel rispetto delle regole che la legge o lo stesso Comune si è dato. Sono le stesse regole di decoro che poi ciascuno di noi osserva nella propria casa. Come cerchiamo di rispettare la nostra abitazione, dobbiamo imparare a farlo della città, la casa di tutti, che tra l’altro si apre anche alla visita di ospiti, vale a dire turisti o chi viene per lavoro.

Le regole saranno severamente applicate».