IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Pescina, un saluto del sindaco uscente

di Lucia Ottavi

Con un comunicato inviato alla nostra redazione, il sindaco f.f. uscente del comune di Pescina, Antonio Iulianella, saluta i suoi concittadini.

«Con seduta di Consiglio Comunale del 28 aprile 2015 è stato approvato il rendiconto dell’anno 2014.

Un rendiconto approvato, nella rarità ed eccezionalità unica del suo caso, all’unanimità dalla maggioranza e dall’opposizione, senza alcuna osservazione negativa da parte degli intervenuti, anzi con un applauso finale. Non poteva, credo, essere diversamente tenuto conto che lo stesso si è chiuso con un avanzo di amministrazione più alto della storia del nostro comune, pari ad Euro 1.400.769,26 rispetto a tutti quelli avuti negli anni precedenti. I residui attivi (crediti) sono pari ad Euro 777.739,49 ed i residui passivi (debiti) sono pari ad Euro 331.131,13 quindi con un saldo attivo di Euro 446.608,36. Il c/c di tesoreria tenuto presso la Bper di Pescina chiude con un attivo di Euro 1.656.042,34. Non è stato contratto un solo euro di mutuo.

E’ stato ampiamente rispettato il patto di stabilità imposto dallo Stato dall’anno 2013 per i comuni al di sotto dei 5000 abitanti. Vincolo peraltro notevolmente alleggerito a seguito di un riconoscimento di un premio per l’ingresso volontario, su proposta del sottoscritto, dal 01 gennaio 2014 al nuovo sistema di contabilità armonizzata al quale tutti i comuni hanno dovuto adeguarsi dal 2015. Il comune di Pescina, all’avanguardia, è entrato in questo nuovo sistema con anticipo rispetto agli altri comuni d’Italia e per questo lo Stato ha riconosciuto allo stesso un margine di spesa più ampio di circa Euro 200.000,00 utilizzati per il compimento di opere pubbliche, acquisto di mezzi e manutenzioni straordinarie nel 2014».

«Il Ministero dell’Economia e delle Finanze – aggiunge il Dott. Iulianella – con una nota inviata dalla dirigente Simeone ha scritto: Il successo della sperimentazione è rappresentato anche dalla formazione, presso gli enti coinvolti, di professionalità idonee a sviluppare e a diffondere nel territorio nazionale le competenze necessarie per l’avvio a regime della riforma. Si rinnovano pertanto i ringraziamenti (al comune di Pescina) per il contributo offerto e, in particolare, si esprime un vivo apprezzamento per la professionalità e la disponibilità dei referenti della sperimentazione e dei loro collaboratori che, in questi anni, hanno contribuito alla definizione della riforma.

Un beneficio non solo per la comunità ma anche per gli operatori, in quanto a differenza di tutti gli altri comuni d’Italia che dal 2015 avranno due sistemi contabili da gestire congiuntamente, il comune di Pescina avrà solo quello nuovo essendo partito in un anno di anticipo.

Nonostante tutte le agevolazioni concesse ai cittadini, senza aumento dell’Imu minima statale, con una riduzione della Tassa rifiuti, con l’eliminazione della Tassa rifiuti ad alcune tipologie di immobili ed alle stalle e fienili oggetto di ricovero animali, con la riduzione del ticket mensa scolastica ad Euro 1,80 (probabilmente uno dei più bassi d’Italia), con l’agevolazione e l’azzeramento delle sanzioni per gli anni 2010/2014 a chi si mette in regola per la precedente Tarsu e Tares con un sistema di ampia rateizzazione, con l’azzeramento totale e per tutti della Tasi sia nell’anno 2014 che nell’anno 2015, il comune rispetta tutti i parametri di criticità e deficitarietà strutturale. I risparmi, l’eliminazione di sprechi, gli investimenti remunerativi, il recupero dei tributi evasi, il recupero Iva su alcuni lavori, la diminuzione degli interessi passivi sui mutui per la riduzione dell’indebitamento, l’ingresso nella sperimentazione contabile in anticipo, hanno consentito di effettuare gli investimenti in opere pubbliche, in acquisto mezzi e in manutenzioni straordinarie che non sarebbero stati possibili anche per effetto del cappio imposto dal patto di stabilità».

«Pertanto si può agevolmente affermare – conclude il sindaco uscente – che il comune viene lasciato alla nuova amministrazione sano, integro e virtuoso e con ottime disponibilità finanziarie che potrebbero, contenendo le spese non strettamente indispensabili, essere impiegate per continuare nella progressiva riduzione dei tributi e delle tasse comunali, con possibilità di azzerare la Tasi anche per il 2016. Colgo infine l’occasione per ringraziare tutti i cittadini che mi hanno sostenuto, coloro ai quali ho potuto risolvere i loro problemi, coloro ai quali sono stato impossibilitato a risolverli; ringrazio il personale del comune, dai responsabili di servizio agli istruttori, dalla segretaria comunale agli operai, augurando loro un buon proseguimento dell’attività lavorativa in collaborazione ed armonia reciproca; ringrazio tutti gli amministratori che mi hanno nominato, sopportato, supportato, ed anche plaudito. Ritengo che un amministratore deve essere un buon padre di famiglia ed ascoltare le esigenze di tutti, di quelli che lo hanno e di quelli che non lo hanno votato».

«Auguro alla nuova amministrazione comunale appena proclamata ed al nuovo sindaco Stefano Iulianella, un buon lavoro, mettendo da parte i dissapori della campagna elettorale, ormai passata, nell’interesse della comunità sfibrata da questa enorme ed intramontabile crisi generale, evitando liti, discussioni degenerative, evitando cioè di trasformare, davanti ai loro occhi, la pagliuzza in trave come ci ha lasciato scritto il nostro patrono San Berardo».

[url”Torna alla Home Targatoaz.it”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]