IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Giornata Mondiale Ambiente, i consigli dell’Asm

Più informazioni su

L’Asm s.p.a ricorda che oggi è la Giornata Mondiale dell’Ambiente, una festività proclamata nel 1972 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e che viene celebrata ogni anno il 5 giugno.

“[i]Sette miliardi di sogni. Un Pianeta. Consumare con moderazione[/i]”. Questo il tema su cui si svolge la Giornata mondiale dell’Ambiente che chiama governi, comunità e singoli individui a migliorare i propri modelli di consumo.

Qual è quella cosa che ti impegni a fare per poter ristabilire la naturale capacità rigenerativa del nostro pianeta? Andare a lavoro in biclicletta, cambiare le tue lampadine, riciclare vecchi dispositive elettronici o ridurre i tuoi rifiuti? Se ognuno di noi facesse un cambiamento verso uno stile di vita sostenibile, come sarebbe il nostro mondo?

«Noi di Asm S.p.A – si legge un una nota – consigliamo di ridurre i rifiuti, soprattutto quelli alimentari, e di gestire con accortezza tutti quelli che produciamo.

Lo spreco alimentare è uno scandaloso paradosso del nostro tempo. Mentre vi è la necessità di aumentare la produzione di alimenti almeno del 70% nei prossimi anni per nutrire una popolazione che conterà 9 miliardi nel 2050, nel mondo si spreca più di un terzo del cibo che viene prodotto. Nello smaltimento dei rifiuti ricordiamo che

l’organico va inserito nel bidoncino da 50 litri o nel bidone condominiale usando sempre buste biodegradabili/compostabili. Controlliamo la data di scadenza quando acquistiamo. Evitiamo le mono porzioni. Capita di avere in cucina qualcosa che non mangerete mai? Regalatela agli amici, ai parenti, ai vicini di casa o a qualche ente caritatevole. Ricordate inoltre che, gettando via il cibo si sprecano altresì le risorse naturali limitate – suolo, acqua, energia – utilizzate per produrre, trasformare, distribuire e poi smaltire e si determinano impatti negativi non solo dal punto di vista economico ma anche ecologico».

«La plastica – si legge ancora nella nota dell’Asm – va inserita nel bidoncino da 50 litri o nel bidone condominiale esclusivamente in busta di plastica. Non va inserita nei bidoni libera. Coloro che occasionalmente producono quantitativi maggiori di plastica possono inserirla in una busta di plastica e posizionarla all’esterno di fianco al bidoncino/bidone giallo il giorno di raccolta della plastica. Schiacciare le bottiglie di plastica e chiudere il tappo per ridurre il volume. Pulire dai residui di cibo o prodotti in eccesso, senza un esagerato consumo di acqua. La carta e il cartone vanno inseriti nel bidoncino da 50 litri o nel bidone condominiale, sfusa o in buste di carta. Non inserire la carta in buste di plastica. Coloro che occasionalmente producono quantitativi maggiori di cartone possono, piegarlo, legarlo con della corda e posizionarlo all’esterno di fianco al bidoncino/bidone il giorno di raccolta della carta e cartone. La carta va piegata o ridotta in pezzi e non accartocciata. Il vetro va inserito nel bidoncino da 50 litri o nel bidone condominiale sfuso. Evitare di lasciare residui eccessivi di cibo e bevande. Non sprechiamo acqua per lavare il vetro. Togliere i tappi di metallo o altro materiale che vanno smaltiti secondo la tipologia. Non inserire sacchetti di plastica».

«Una giornata, quella di oggi – conclude l’Asm – in cui fare qualcosa di positivo per l’ambiente, per far sì che le azioni individuali diventino una forza collettiva e generando così un impatto positivo esponenziale sul pianeta».

Più informazioni su