IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Palazzo Ater in fiamme a Pescara, salvataggi miracolosi

Cinque ciclomotori e sei automobili a fuoco, nella notte, a Pescara, in via Trigno al civico 22, in una zona di edilizia residenziale pubblica della città. Le fiamme hanno interessato anche il porticato di un alloggio per cui i vigili del fuoco, intervenuti sul posto, hanno fatto evacuare gli inquilini, alcuni dei quali sono rimasti intossicati e sono stati trasportati in ospedale dal personale del 118.

Nessuno sarebbe in condizioni gravi ma non sono mancati i malori, tra gli anziani, per l’accaduto.

I vigili del fuoco sono stati impegnati dalle 2.45 circa fino alle 6.50, per spegnere le fiamme e mettere in sicurezza la zona. Nel palazzo Ater c’era anche un bambino di pochi mesi che è stato tratto in salvo dagli agenti della squadra volante, arrivati per primi sul posto. I poliziotti, creando una sorta di scala umana, hanno raggiunto il primo piano attraverso il terrazzino esterno e hanno messo in salvo il piccolo, la madre e il padre.

Tra le persone accompagnate fuori dallo stabile anche degli anziani tra cui uno che ha problemi di deambulazione. E’ stato necessario svegliare una coppia che dormiva ai piani alti e non si era accorta di nulla. In base alla ricostruzione della volante, diretta da Dante Cosentino, e dei vigili del fuoco, le fiamme si sono propagate dai motorini alle auto e poi hanno raggiunto lo stabile.

L’intervento tempestivo dei pompieri ha evitato che le fiamme entrassero anche nell’edificio mentre il fumo si è propagato nell’androne delle scale, e la coltre nera ha travolto gli inquilini, terrorizzati, che cercavano di mettersi in salvo.

I sei agenti della volante intervenuti in via Trigno sono finiti in ospedale, intossicati, con una prognosi di pochi giorni.

Non si conoscono le cause del rogo, non essendo stato trovato alcunche’ che possa far risalire a un fatto doloso. I ciclomotori, ridotti a carcasse, sono stati sequestrati. A lanciare l’allarme è stata una donna del palazzo che stava guardando la tv.

X