IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Ospedale Castel di Sangro, 1.100 mq rimessi a nuovo

Salto di qualità sotto il profilo alberghiero e funzionale, locali rifatti ex novo, sale di degenza anche con un posto letto, due sale-gioiello per l’endoscopia digestiva, camere a pagamento, un’area specifica per la cardiologia e spazi riservati all’intramoenia.

L’ospedale di Castel di Sangro, con l’inaugurazione di oggi, giovedì 28 maggio, dei nuovi locali, compie un altro passo verso la definitiva eccellenza, con un investimento complessivo di circa 2 milioni di euro.

Al taglio del nastro di questa mattina erano presenti, tra gli altri, il direttore sanitario aziendale, dr.ssa Teresa Colizza, il direttore sanitario dell’ospedale di Castel di Sangro, Maurizio Masciulli e rappresentanti dell’amministrazione comunale.

Una parte importante dei lavori riguarda la ristrutturazione dei locali del nuovo blocco del presidio (il cosiddetto corpo A dell’ospedale) in cui saranno stati trasferiti i 40 posti letto complessivi, tra Medicina e Chirurgia, finora ospitati nell’ala vecchia.

A seguito dei lavori di adeguamento strutturale, all’interno dei nuovi locali, la nuova ubicazione di Medicina sarà al primo piano (20 posti letto) mentre Chirurgia verrà collocata al secondo piano (altri 20 posti letto), per una superficie complessiva di circa 800 metri quadrati. All’interno dei due reparti saranno allestite anche camere a pagamento.

Nuovi ambulatori per l’intramoenia. L’altra rilevante novità, legata al restyling dell’ospedale, riguarda la realizzazione, al primo piano, di 6 nuovi ambulatori che verranno utilizzati prevalentemente per l’attività intramoenia (le visite specialistiche a pagamento all’interno del presidio ospedaliero), su una superficie di circa 200 metri quadrati. All’interno di questa area vi sono già due sale per l’endoscopia digestiva nuove di zecca, già pronte, che entreranno in funzione in tempi molto brevi.

Cardiologia: più spazi e migliore organizzazione. Un bel cambio di rotta, sul piano logistico, anche per il servizio di cardiologia che, al piano terra, disporrà di più stanze e alcuni ambulatori per un totale di oltre 100 mq.

Nel complesso, gli interventi strutturali hanno riguardato la messa in sicurezza statica e antisismica di tutti i locali (per un’estensione complessiva di circa 1.100 metri quadrati) e comprenderanno la realizzazione di impianti ex novo (idraulici, elettrici e Rete interna on line).

Radiologia. Nel frattempo sono nella fase finale i lavori di sistemazione della Radiologia che verrà dotata di nuove strumentazioni, tra cui un mammografo digitale, una TAC e un telecomandato (macchinario per la radiologia d’urgenza del pronto soccorso).

Il recupero strutturale dei locali inaugurati oggi costituisce l’ultimo tassello, in ordine di tempo, che si aggiunge agli interventi degli anni scorsi sull’ospedale che hanno elevato molto il livello di efficienza dei servizi.

Nel febbraio del 2012 entrò in funzione il nuovo pronto soccorso, dotato di camera calda e letti per l’osservazione breve, rimesso a nuovo con una spesa di 300mila euro. Fiore all’occhiello il nuovo laboratorio analisi (300 mq), ristrutturato e messo a norma nel marzo dello scorso anno con 300.000 euro; dispone di sofisticati dispositivi che, tramite filtri, immettono aria depurata dall’esterno evitando contaminazioni.

L’estate scorsa, inoltre, all’ospedale è stata assegnata una nuova ambulanza a trazione integrale di 80.000 euro per migliorare il trasporto e i tempi di percorrenza negli interventi di soccorso.