IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Un altro giorno

di Valter Marcone

Un’aria di vetro come vibrasse dentro una gemma

imbriglia porose montagne gialle e marrone

nel tentativo di disegnare un paesaggio

di argilla da stemperare al sole del mattino

confondendo il tradimento del buio

che non è riuscito a reintegrare il mondo

nella simmetria allungata e appiattita

degli sguardi degli uomini appena svegli:

liturgicamente riaccosto le membrane

dei colori, dei suoni, degli odori

del mondo di ieri per un puzzle

gigante che mi prende tutto l’orizzonte

senza possibilità di andare oltre;

mi fermo e indago in silenzio

sugli inenarrabili intrighi ritmici

d’un mondo ricomparso all’improvviso

e d’un tratto nella testa tutto mi va in pezzi

con ferocia, con dolore, con lamenti di morte,

mi stringo tra le braccia lo scoppio

del sole fino alle profondità inaudite

dell’universo

e sento disfarsi di nuovo il mio uomo di ieri

tra i salti d’ottava d’una estensione

melodica martellata dai timbri

possenti d’un battito di cuore.

[url”LEGGI LA PRESENTAZIONE”]http://ilcapoluogo.globalist.it/Secure/Detail_News_Display?ID=118234&typeb=0[/url]

[url”Torna al Network LeStanzeDellaPoesia”]http://ilcapoluogo.globalist.it/blogger/Valter%20Marcone%20-[/url]