IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Giostra cavalleresca, Alessia è la prima dama

È Alessia Pipino, 16 anni, di Castel di Sangro, studentessa del Liceo Artistico di Isernia, la vincitrice del concorso ‘La dama per la Giostra‘, alla sua prima edizione.

La prima Dama, che si è aggiudicata anche la fascia ‘Dama Romantica – la magia dei confetti’, sfilerà, indossando un abito disegnato dallo stilista Alessandro Pischedda nel corteo storico della ventunesima Giostra cavalleresca di Sulmona, che si svolgerà il 25 e 26 luglio, accanto alla regina Giovanna D’Aragona, che sarà impersonata anche quest’anno da un personaggio famoso dello spettacolo.

Ad incoronare la prima Dama è stata il vicesindaco del Comune di Sulmona, Luisa Taglieri, nell’evento che si è svolto ieri, domenica 24 maggio, nel teatro Maria Caniglia di Sulmona, tra spettacoli con trampolieri, musica e danza, nella giornata conclusiva dopo la fase eliminatoria di sabato 23 maggio.

Cinque le fasce consegnate alle ragazze, scelte tra le dieci finaliste, le quali hanno mostrato bellezza e portamento indossando un abito rinascimentale. Oltre alla fascia conquistata dalla Prima Dama, quella di ‘Dama del Pubblico’ è andata a Lorenza Spinosa, 18 anni di Sulmona, mentre il titolo di ‘Eleganza – Bonifazi’ è stato vinto da Federica Di Tommaso, 37 anni di Sulmona. La fascia di ‘Dama Bellezza – La Cremeria’ è stata conferita a Ludovica Barbareschi, 20 anni di Sulmona, la ‘Dama Incarnato’, invece, a Laura Veneto, 18 anni di Sulmona.

A scegliere la dama è stata la giuria presieduta dal commissario reggente dell’associazione Giostra cavalleresca, Maurizio Antonini, e composta dallo stilista Alessandro Pischedda, costumista sulmonese della Giostra da 21 anni, da Romano Raponi, costumista di Giulianova per il Carnevale di Venezia, Francesco Cipriani, sulmonese cultore di danze rinascimentali, Valter Siccardi, di Aquiterme, componente della commissione storica della Giostra.

«Sono molto contenta, non me lo aspettavo», ha commentato la vincitrice, il cui sogno nel cassetto è diventare un’affermata stilista. «Non è la prima volta che partecipo a un concorso di bellezza, ma oggi sono molto emozionata».

«É questa la prima novità dell’edizione 2015 della Giostra. Con questo concorso per la prima volta abbiamo voluto rendere ufficiale la scelta della prima dama con una cerimonia in una cornice importante come il teatro Caniglia», ha affermato il commissario reggente e presidente di giuria, Antonini. «La scelta – ha spiegato – non è stata facile, perché le ragazze sono tutte molto belle. Abbiamo cercato di valutare secondo criteri che non fossero propri di un normale concorso di bellezza, ma che si attenessero al periodo storico di riferimento, al portamento, alla grazia, all’eleganza».