IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

Calcioscommesse, Di Nicola si avvale della facoltà di non rispondere

«Un grosso fraintendimento». Vuole spiegare l’ex responsabile dell’area tecnica dell’Aquila Calcio, Ercole Di Nicola, tra i 50 arrestati del nuovo scandalo calcioscommesse portato alla luce dalla Dda di Catanzaro, che lo considera tra gli uomini chiave.

Nonostante questa sua volontà «gli ho imposto di non parlare per esigenze difensive», dice il legale Libera D’Amelio, giunta a Venezia, dove è stato fermato.

Di Nicola, quindi, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Domani il gip deciderà sulla convalida del fermo.

«Nonostante il mio cliente volesse spiegare e far capire che si tratta di un grosso fraintendimento – riferisce all’Ansa il difensore D’Amelio, del foro di Teramo, che è rimasta tutta la giornata con Di Nicola – io gli ho imposto di non parlare per esigenze difensive. Bisogna leggere le oltre mille pagine prima di individuare una strategia difensiva».

Secondo quanto appreso, nel corso della deposizione Di Nicola ha avuto anche un cedimento emotivo. Il legale resterà a Venezia anche domani. «Oltre alla presenza come legale – afferma D’Amelio – la mia permanenza a Venezia ha anche l’obiettivo di dare un sostegno umano al mio assistito, con il quale ho rapporti di lunga amicizia».

Se il fermo per Di Nicola dovesse essere convalidato dal gip del Tribunale di Venezia, che si pronuncerà domani, l’avvocato D’Amelio presenterà istanza di scarcerazione o, in subordine, di arresti domiciliari.

X