IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Chiodi: Deludervi è stato brutto

di Claudia Giannone

Assemblea straordinaria del Supporters’ Trust, già annunciata nel corso delle settimane appena trascorse: oltre a parlare degli argomenti previsti, data la coincidenza con gli eventi della mattinata che hanno riguardato il responsabile dell’area tecnica Ercole Di Nicola, la prima parola è andata al presidente rossoblù Corrado Chiodi. Illustrato il fine della riunione societaria di oggi e le sensazioni che in questo momento il numero uno aquilano sta provando.

“Ho saputo di Ercole dalla tv: è stata una tegola tra capo e collo, non ce lo saremmo mai aspettato. Non pensavo che, stando nell’ambiente calcistico, avrei potuto provare sia gioie come la vittoria dei play off, sia dolori come quello di oggi. Siamo una società unita: con la riunione di oggi l’abbiamo ricompattata ancora di più: abbiamo ancora più forza e volontà di andare avanti”.

“Si tratta di segnali negativi – ha aggiunto – che faranno del male a noi e a voi, a tutti coloro che nell’Aquila Calcio vedono un barlume di speranza. Deludervi in questa maniera è stato brutto, forse anche di più. Sappiamo che la giustizia farà il suo corso e darà le responsabilità a chi di dovere: non è semplice ora, i capi di imputazione sono importanti”.

Parole cariche di dolore da parte di Chiodi, che sembra ancor più sconcertato della mattina trascorsa con le notizie giunte in città. La riunione svolta in sede, nonostante la ricerca di quiete e tranquillità, non ha forse alleggerito l’animo del presidente.

“Come società, non vogliamo buttare fango su Di Nicola: è stato contestato e sotto tanti aspetti non è stato amato, ma ha avuto anche i suoi meriti. Abbiamo vinto i play off per salire in C1 e li abbiamo disputati per la Serie B, ma se dietro doveva esserci una cosa come l’illecito, avrei preferito non disputarli”.

E ad aggiungere qualcosa di importante alle sue parole è stato il vice, Massimo Mancini, che oltre a commentare l’accaduto ha specificato quale sarà il futuro della parte di società che, con la questione Di Nicola, è stata ormai lasciata vuota.

“Entrando nel calcio, non avremmo voluto neanche essere sfiorati da queste cose: ci sono capitate e non possiamo farci nulla. Ci sono persone che credono in quello che stiamo facendo: non è tutto bello, ma siamo uniti e vogliamo guardare avanti. Noi ci siamo sempre stati, dedichiamo l’80% del nostro tempo all’Aquila Calcio”.

“Abbiamo già individuato – ha affermato – delle persone che potranno sostituirlo: ci sono diverse proposte, domani decideremo chi scegliere. Da oggi, Ercole Di Nicola è sospeso dalle proprie mansioni: il regolamento lo prevede”.

[url”Torna alla Home Targato Az”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X