IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Lega del Cane L’Aquila: «Aiutateci ad accudire i cani anziani»

«Sono finalmente stati comunicati i dati ufficiali dell’Agenzia delle Entrate in merito alle scelte effettuate dai contribuenti per l’anno 2013, per la destinazione del proprio 5 per mille. In 267 hanno scelto la Lega del Cane dell’Aquila, a cui andranno in questo modo circa 7.700 euro». A renderlo noto è la stessa associazione.

«Ci preme ringraziare quanti hanno deciso di aiutarci concretamente attraverso questo strumento utile, immediato, efficace e soprattutto gratuito per il contribuente – sottolinea Caterina Bonati Fagioli, vicepresidente della Sezione dell’Aquila della Lega del Cane – Ricordiamo, infatti, che si tratta di una quota dell’imposta Irpef, che lo Stato italiano ripartisce agli Enti che svolgono attività socialmente rilevanti, come ad esempio il no profit. Il versamento è contestuale alla dichiarazione dei redditi e non costa nulla al contribuente. E’ importante sapere che la scelta di destinazione del 5 per mille non è alternativa a quella dell’8 per mille: possono essere espresse entrambe».

Grazie a questo sostegno la sede locale della Lega del Cane ha portato avanti, in questi anni, molti progetti che hanno come obiettivo comune il benessere animale e la lotta al randagismo, scopi che l’associazione persegue attivamente dal 1991. L’Associazione si occupa, per 365 giorni all’anno, di accudire i più di 400 ospiti con la coda del Rifugio di Paganica, oltre ai randagi sul territorio.

Dal 2009 la Sezione ha aperto una delegazione a Rocca di Mezzo e dal 2013 ha dato vita ad un Nucleo provinciale di Guardie Zoofile Volontarie, recentemente implementato, attraverso il quale Lega del Cane si occupa di prevenzione, informazione, sensibilizzazione e di controllo del territorio.

L’obiettivo prefissato per l’attuale campagna del 5 per mille, è quello, in particolare, «del benessere degli ospiti più anziani del Rifugio: l’età media è piuttosto alta e purtroppo i cani di età avanzata vengono raramente scelti per l’adozione; le persone preferiscono, infatti, ricevere in affido un cucciolo o un animale più giovane».

«La permanenza degli anziani in Rifugio – sottolienano i portavoce dell’associazione – richiede spese maggiori per l’associazione, affinché questo tipo di ospiti abbiano le loro peculiari esigenze soddisfatte al meglio possibile (cibo, cure, attrezzature, e così via).

«È con questo obiettivo, il benessere dei più deboli, che chiediamo, anche per quest’anno, ai contribuenti, privati e aziende, di scegliere di devolvere il proprio 5 per mille alla Lega del Cane dell’Aquila – si legge ancora nella nota dell’associazione – donare è molto semplice: nei moduli per la dichiarazione dei redditi (CUD, 730 e Modello Unico) basta inserire la propria firma e il codice fiscale della Sezione dell’Aquila della Lega Nazionale per la Difesa del Cane – 93009090668 – nell’apposito riquadro (“Scelta della destinazione del cinque per mille”). I redditi sono quelli prodotti nel 2014 e dichiarati nel 2015».

{{*ExtraImg_243063_ArtImgCenter_500x185_}}

X