IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Pezzopane racconta L’Aquila in Senato e ringrazia gli alpini

«L’Adunata nazionale degli Alpini a L’Aquila, prevista per domenica, porta una ventata di gioia e di serenità che, a sei anni dal sisma, può riaccendere i riflettori in modo positivo sulla nostra città e sull’intera Regione. Migliaia e migliaia di penne nere si ritroveranno nella città ancora ferita e lacerata dalle macerie. Un fatto unico, un’adunata specialissima. Sarà presente il governo e moltissime autorità nazionali». Lo ha detto la senatrice del Pd Stefania Pezzopane, intervendo nell’Aula del Senato.

«Sei anni fa, già alle prime ore dell’alba del 6 aprile, gli alpini – dice ancora Stefania Pezzopane – sono arrivati, con generosità e altruismo, da ogni angolo d’Italia per aiutarci. Ora tornano a portare allegria e colore e in ogni parte della città e della Regione sono stati organizzati incontri e momenti di riflessione storica e culturale. L’adunata sarà anche un’occasione per richiamare a L’Aquila autorità militari e civili, che potranno vedere gli sviluppi della ricostruzione: una periferia in gran parte ricostruita e il centro storico in cui i cantieri sono aperti a macchia di leopardo. Le istituzioni locali e la Regione hanno fatto di tutto per rinnovare in tempo il volto della città e risolvere problemi organizzativi e logistici. Alcuni nostri grandi gioielli, come la Basilica di San Bernardino, hanno appena riaperto i battenti. Il lavoro fatto è stato enorme, ma c’è ancora molto da fare, molte zone rosse da ricostruire, molte frazioni e comuni limitrofi in cui il lavoro va avviato».

«Andiamo avanti, scaliamo vette anche impervie con lo stesso coraggio e la stessa determinazione degli alpini – ha aggiunto la senatrice – Vorrei ringraziare il Comitato organizzatore e l’associazione nazionale Alpini, che hanno creduto sin dall’inizio in questo progetto. Anche questa esperienza dimostra che bisogna avere coraggio, osare obiettivi difficili».