IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Nomorewar 1915-2015, L’Aquila racconta la guerra

Venerdì 15 maggio alle ore 18 presso la Biblioteca provinciale dell’Aquila, a Bazzano, si terrà lo spettacolo ‘Nomorewar 1915-2015’.

Promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune dell’Aquila, lo spettacolo è ideato, in occasione del centenario dal fronte italiano (24 maggio 1915) da Alan Di Liberatore e Lorenzo Materazzo (violoncello e pianoforte), con l’intento di raccontare la guerra con la musica e le immagini. I musicisti saranno affiancati dalle performances della danzatrice Ramona Di Serafino. La musica e la danza si fonderanno anche con la video-arte, grazie all’utilizzo di due proiettori, uno per le riprese live dei musicisti e uno per le immagini della guerra rielaborate al computer.

Il duo Di liberatore – Materazzo guiderà̀ lo spettatore in un viaggio lungo cent’anni, ricreando le sonorità dei primi del Novecento, per arrivare a quelle contemporanee (musiche di Ravel, Debussy, Bloch, Messiaen,) e la sinestesia tra le arti condurrà il pubblico ad una riflessione esistenziale sul tema della guerra.

Il Duo Di Liberatore – Materazzo nasce dall’incontro di due eclettici musicisti, Alan Di Liberatore (Violoncello) e Lorenzo Materazzo (Pianoforte) e vanta un repertorio che spazia dalla musica antica trascritta per Violoncello e Pianoforte alla musica classica contemporanea, con alcune incursioni nella musica Pop. Il Duo suona regolarmente in Festival e Stagioni Concertistiche in Italia e all’estero e si è aggiudicato premi in Concorsi Nazionali e Internazionali di Musica da Camera.

Ramona Di Serafino si forma presso il Centro Electa Creative Arts di Teramo. Si specializza nelle tecniche contemporanee di floor work, contact e improvisation, studiando con coreografi di fama internazionale. Lavora negli anni in diverse compagnie italiane, sia come solista sia come performer (Compagnia Gruppo e-Motion, Compagnia Antonio Minini, Compagnia ADARTE). Dal 2011 inizia un percorso autorizzate e con le sue performances è ospite di festival in Italia, Belgio e Brasile.

X