IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Pasticciere ucciso, Grieco sarà riascoltato

Sarà sentito nei prossimi giorni Giovanni Grieco, il buttafuori arrestato con l’accusa di avere ucciso, martedì scorso a Pescara, il pasticciere Giandomenico Orlando.

Dopo essersi avvalso della facoltà di non rispondere potrebbe essere lui stesso, tramite il suo legale Paolo Marino, a chiedere di essere ascoltato. Il pm della Procura di Pescara Rosangela Di Stefano intende effettuare un nuovo confronto e per semplificare le operazioni potrebbe chiedere il trasferimento di Grieco dal carcere di Teramo a quello di Pescara.

Prima, però, il pm dovrà prendere visione degli atti, attesi entro questa sera o al massimo domani. Grieco non ha confessato, ma avendo egli consentito agli inquirenti di ritrovare l’arma con cui si presume abbia commesso il delitto, le prove a suo carico potrebbero risultare schiaccianti. Il reato contestato è omicidio, con le aggravanti della premeditazione e dei futili motivi.

La procura pescarese, inoltre, intende verificare se esistono ulteriori analogie con il caso di Nicola Bucco, l’uomo ucciso tre anni fa, sempre con un’arma da taglio, a meno di 300 metri dal luogo in cui è stato assassinato Orlando. Il delitto Bucco è ancora senza un colpevole.