IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Nasce il Gruppo Unico ‘L’Aquila Città Aperta’

di Claudia Giannone

Novità nell’opposizione: nasce il Gruppo Consiliare Unico “L’Aquila Città Aperta”, dall’unione dei consiglieri Luigi D’Eramo, Giorgio De Matteis, Daniele Ferella ed Emanuele Imprudente, capogruppo del centrodestra. Dopo tre anni di lavoro, l’intento è quello di solidificare l’esperienza elettorale del 2012.

Si giunge, quindi, al primo gruppo per numero del centrodestra e al secondo del Consiglio Comunale, dopo il Partito Democratico. Nella fase finale dell’attività di Cialente, come viene definita dagli stessi membri dell’opposizione, si vede la necessità di offrire un processo di chiarificazione degli assetti politici, non solo con la costituzione del suddetto gruppo, ma con un lavoro volto a portare un’alternativa politica a quella del centrosinistra.

Tensioni, confusioni venute fuori dopo le elezioni provinciali e il fatto che, ormai, gran parte della città grida alla costruzione di un modello che abbia una visione totalmente diversa da quella proposta dall’attuale sindaco: questi i punti proposti da Luigi D’Eramo, nell’analisi della situazione presente in questo momento nella città dell’Aquila.

L’assoluta evidenza per l’opposizione, in questo momento, è quindi la candidatura del gruppo per la rinascita del centrodestra: in un momento molto particolare per la politica aquilana, in cui, secondo le parole di Emanuele Imprudente, la coalizione di centrosinistra ha terminato la propria esperienza, c’è bisogno di una svolta.

“Le minacce del sindaco e i ricatti – ha affermato successivamente il capogruppo – hanno fatto venir meno l’interesse della città. Altri due anni vissuti in questo modo saranno devastanti per la gestione ordinaria: da tempo, ormai, i Consigli Comunali non vertono su atti di rilevanza verso la città”.

Un segnale forte, dunque, per iniziare una nuova fase dell’opposizione: l’intento è quello di dialogare con tutti i gruppi minori e con i gruppi civici, per raggruppare tutti coloro che si sentono umiliati dalla situazione che si è creata. Riassunti, in pochi minuti, tutti i momenti della politica di Cialente che non hanno portato a nulla di concreto, come Accord Phoenix e l’Aeroporto dei Parchi.

“Aspettiamo la fine di questa fase politica: l’auspicio – ha concluso Imprudente – è che Cialente vada a casa. Restando in carica, aumenteranno soltanto i danni e le responsabilità di non scegliere e di non dare un futuro alla città”.

X