IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Tipici dei Parchi: Abruzzo protagonista di Expo

L’Abruzzo autentico protagonista delle prime giornate dell’Expo di Milano grazie a Tipici dei Parchi. Un percorso relazionale e una mostra-evento multimediale racconteranno la quasi totalità dell’offerta territoriale del territorio montano abruzzese all’interno del Padiglione B di KipSchool “Territori attraenti per un mondo sostenibile”.

La mostra è finalizzata ad invogliare i visitatori dell’Expò ad una visita in Abruzzo per “adottare” il territorio. Il motto è “[i]Innamoratevi dell’Abruzzo e aiutatelo vivendolo e visitandolo[/i]”.

{{*ExtraImg_241454_ArtImgRight_300x199_}}«La mostra/evento – si spiega in una nota – prevede come sfondo tematico il terremoto e la ricostruzione fisica che si sta realizzando in Abruzzo per raccontare al mondo che la Regione, piano piano, sta rinascendo. Le immagini selezionate per la mostra racconteranno di una ricostruzione che è già in atto da tempo, la concretezza che fino ad oggi non avevamo visto fuori dal territorio e di cui pochi parlano. Questa scelta è stata fatta per spazzare via il ricordo della desolazione e delle macerie e per riaffermare l’identità del popolo abruzzese che al momento opportuno si è rimboccato le maniche e ha difeso la propria terra».

All’Expo 2015 di Milano, dunque, «il volto vero dell’Abruzzo, la terra e i prodotti tipici di un territorio che non dimentica le sue origini e tradizioni e, dall’altra parte, il rapporto con la terra, riferito all’attaccamento al territorio e, di conseguenza, alla ricostruzione».

{{*ExtraImg_241455_ArtImgRight_300x225_}}Già il 2 maggio, all’interno del Padiglione B di KipSchool “Territori attraenti per un mondo sostenibile”, c’è stata la prima giornata di riflessione per affrontare i temi della ricostruzione anche da un punto di vista sociale, ma soprattutto per discutere sulle nuove opportunità di sviluppo legate al turismo e alle attività economiche legate ai prodotti enogastronomici che un’iniziativa come Tipici dei Parchi mette in campo.

«L’iniziativa ha sancito la centralità di Tipici dei Parchi come strumento di valorizzazione della politica dei Parchi Italiani, ma soprattutto la sua centralità nelle politiche di sviluppo turistico abruzzese», sottolinea Roberto Di Vincenzo, coordinatore generale di Tipici dei Parchi.

{{*ExtraImg_241456_ArtImgRight_300x199_}}Il programma di Tipici dei Parchi è davvero ricco: da oggi al 9 maggio saranno presenti due cuochi, Toni Moscone e Simone Iezzi (di Sextantio), questi realizzeranno laboratori e show coking nel corso della giornata. Uno la mattina e uno il pomeriggio. Utilizzeranno prodotti delle Aziende Agricole terre del Tirino, Massimo Mariani e Pierluigi Fasciani.

I prodotti che si troveranno sono i tre cereali antichi solina, farro e saragolla, le lenticchie di Santo Stefano, i ceci di Navelli e i Tondini del Tavo, il tartufo estivo, lo Zafferano di Navelli, i vini di Montagna.

Grazie a questi ingredienti poi si darà il via agli show coking con la seguente tabella di marcia:

Il 5 maggio, ore 10: polenta allo zafferano con vellutata di lenticchie;

il pomeriggio, alle 15: Farrotto allo zafferano.

Il 6 maggio, invece, la mattina alle 10: Laboratorio sulla solina: preparazione di chitarra di solina; Lavorazione dei frascarelli (pasta fatta con farina di solina raggrumata con spruzzi di acqua fatti attraverso rametti di alloro); Dolci di solina con marmellata;

Il pomeriggio, alle 15.00: Cottura della pasta con utilizzo di tartufo.

Il 9 maggio la mattina alle 10: Laboratorio di legumi, Preparazione di polpette vegane con lenticchie e ceci

il pomeriggio, alle 15.00: Preparazione di zuppe di legumi con crostini di pane, guanciale croccante e zafferano.