IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

L’Aquila, giovedì di fuoco per il Consiglio comunale

Il Consiglio comunale dell’Aquila si riunirà giovedì 7 maggio, alle ore 9, nell’aula consiliare “Tullio De Rubeis” della sede comunale di Villa Gioia.

In apertura dei lavori verranno discusse un’interrogazione, a firma del consigliere Guido Quintino Liris (Forza Italia) sull’Adunata nazionale Alpini e tre interrogazioni, tutte a firma del consigliere Roberto Tinari (Forza Italia), rispettivamente, sul conferimento di un incarico esterno per una proposizione di querela, sulla situazione delle cave inerti e su un immobile sito all’interno del campo sportivo di Coppito.

All’attenzione del Consiglio anche una serie di ordini del giorno. Si tratta, in particolare, di un documento a firma del consigliere Gamal Bouchaib relativo al sito istituzionale del Comune dell’Aquila, in riferimento allo spazio per i processi di integrazione, di un secondo documento, presentato, invece, dai consigliere Daniele Ferella (Tutti per L’Aquila), Emanuele Imprudente (L’Aquila Città Aperta) e Luigi D’Eramo (Prospettiva 2022) sui criteri di pagamento dei consumi a carico dei locatari di alloggi Case e Map, di un ulteriore ordine del giorno, a firma del consigliere Gamal Bouchaib, contenente una proposta di modifica allo Statuto comunale per prevedere il diritto di voto per i cittadini stranieri alle elezioni amministrative.

Seguiranno altri due ordini del giorno, che vedono entrambi come primo firmatario il consigliere Pierluigi Mancini (Api), relativi, rispettivamente, alla ricollocazione della farmacia comunale di Santanza e alle problematiche riguardanti il cimitero della città dell’Aquila e quelli delle frazioni, un ulteriore documento, presentato dal consigliere Alì Salem (Pd), contenente la proposta di associare al primo comparto della frazione di Paganica la piazza del paese, e un ultimo ordine del giorno, di cui è primo firmatario il consigliere Adriano Durante (Cattolici Democratici) riguardante l’iter di stabilizzazione del personale precario dell’ente.

All’attenzione del Consiglio anche alcune mozioni. La prima, a firma dei consiglieri Ettore Di Cesare (Appello per L’Aquila) e Vincenzo Vittorini (L’Aquila che Vogliamo), è relativa all’istituzione di un tavolo di progettazione partecipata per la ricostruzione delle scuole, la seconda, a firma del sindaco Massimo Cialente e dell’assessore al Bilancio e ai Beni di uso civico Lelio De Santis, alle istanze per il mutamento di destinazione d’uso e alla concessione o alienazione di fondi di uso civico.

Tre mozioni sono, invece, a firma del consigliere Gamal Bouchaib e riguardano, rispettivamente, la proposta di abolizione dei termini “stranieri” ed “extracomunitari” dallo Statuto comunale e dagli atti amministrativi del Comune, la previsione dell’ammissione, ai concorsi pubblici, di cittadini stranieri, appartenenti o meno all’Unione europea, e infine l’individuazione, all’interno del cimitero del capoluogo, di un’area riservata alla sepoltura di cittadini di fede musulmana.

Un’ultima mozione, che vede come primo firmatario il consigliere Giustino Masciocco (Sel), riguarda la metropolitana di superficie.

X