IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio-Grosseto: le voci aquilane

di Claudia Giannone

Ai microfoni della stampa, Massimo Mancini: la consapevolezza di una stagione che non ha portato a nulla di positivo prende il sopravvento e le ultime parole di un incontro casalingo rappresentano al massimo questo finale.

«Le colpe di questo finale sono anche nostre: dovevamo essere più presenti. L’ultima parte di campionato ci ha fatto capire che dobbiamo esserci sempre: si tratta di una squadra che va portata per mano, non si può lasciare niente al caso. Le cause sono da ricercare e aggiustare: siamo tutti in discussione».

{{*ExtraImg_241032_ArtImgCenter_500x334_}}«Al momento – ha aggiunto il vice presidente – questa squadra non ha niente a che vedere con quella che avevamo: per noi, al momento, il capitano Pomante sarà il futuro. Per lui, il rinnovo è il primo passo. Per il resto, è tutto da risistemare. Per quanto riguarda le nuove entrate, tutti vogliono avvicinarsi, ma a condizioni che a noi non vanno bene».

Prosegue, con gli stessi toni, il mister Nunzio Zavettieri, che analizza il match ed il risultato.

«Il pareggio era il risultato più giusto: numeri alla mano, abbiamo fatto le stesse cose. Due episodi hanno deciso la partita, ma a livello di occasioni eravamo alla pari. Sono contento di ciò che hanno fatto i ragazzi, ma anche giocare in un clima così surreale non è il massimo».

«»La società – ha spiegato, per la parte rimasta della stagione – ha dato un imput per questo finale di stagione: a meno che non ci siano nuove indicazioni, continueremo su questa falsa riga. Sono contento di Di Lollo, ha grandi potenzialità, ma anche di Di Stefano che ha fatto un buon esordio».

Risponde con poche parole Massimo Silva, allenatore del Grosseto, che in una battuta parla dell’incontro e della squadra affrontata oggi.

«Noi eravamo un po’ tesi e abbiamo commesso tanti errori, ma in questo periodo abbiamo costruito la salvezza con giocatori importanti come Torromino e Pichlmann. L’Aquila? Ha persone importanti, purtroppo il finale della stagione non è stato dei migliori».