IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Mostra di oreficeria sacra nella sacrestia delle Anime Sante

A partire dal primo maggio e fino al 20 maggio, nello spazio già fruibile del complesso monumentale delle Anime Sante in piazza Duomo a L’Aquila, più precisamente nella parte adiacente la Cappella della Memoria – realizzata per onorare i martiri del terremoto del 2009 e per essere loro vicini attraverso la comunione nella

preghiera, recentissimamente consacrata da Giuseppe Petrocchi, arcivescovo metropolita dell’Aquila – il Centro Pastorale intitolato a Paolo VI, che

ha sede nel complesso monumentale stesso, promuove l’allestimento di una mostra di oreficeria sacra al fine di offrire ai visitatori la visione di oggetti preziosi che testimoniano la tradizione della fede.

L’evento, significativamente titolato Nova et Vetera, sarà curato da Oro Art, eccellenza aquilana, e non solo aquilana, in tale ambito e vedrà, nella collocazione dell’antica e appena restaurata sacrestia della Chiesa di Santa Maria del Suffragio, l’esposizione di opere di notevolissimo pregio, create dalla maestria dell’artista orafa aquilana Laura Caliendo.

Fra le tante realizzazioni spiccheranno le preziose Croci del Perdono, che dall’Anno Santo del 2000 arricchiscono la Perdonanza Celestiniana, e la recentissima creazione della croce in onore della Salus Populi Aquilani.

L’iniziativa, sotto l’egida dell’Arcidiocesi dell’Aquila, e con il patrocinio della Regione Abruzzo, della Provincia dell’Aquila, del Comune dell’Aquila, della Camera di Commercio dell’Aquila e con la vicinanza dell’Associazione L’Aquila Siamo Noi, è rivolta anche a promuovere l’immagine, la storia, la cultura, le arti e le tradizioni del territorio, e, oltre a svolgersi nel luogo simbolo del terremoto aquilano, sarà nel mese di maggio segno di presenza viva nel cuore del centro storico della città.

La visita di Giuseppe Petrocchi, venerdì primo maggio, prevista intorno alle ore 19, dopo la processione di San Giuseppe, sarà il momento inaugurale della mostra.