IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sport

L’Aquila Calcio, Zavettieri: Sento di dare delle risposte

di Claudia Giannone

Continua la serie negativa dell’Aquila, non solo dal punto di vista dei risultati, ma dello stesso umore dell’intero ambiente: con i play off per la serie B che sembrano ormai un lontano ricordo dello scorso anno e non una concreta possibilità per la stagione in corso, è il momento di analizzare gli errori commessi nell’ultimo match. Il Pro Piacenza ha lasciato alla squadra di mister Zavettieri solo il tempo di leccarsi le ferite, in vista delle ultime due gare di campionato. Ed è lo stesso tecnico ad illustrare il proprio pensiero, nella conferenza post partita.

«Non posso tirarmi indietro sulle mie responsabilità: mi sento di dare delle risposte. È successo quello che non doveva succedere: ottenere questi risultati nel finale di stagione pregiudica tutto il ben fatto e l’impegno messo in questo periodo. Fa male: tutti volevamo lasciare un segnale diverso da quello che effettivamente stiamo lasciando».

«Nel primo tempo – ha spiegato, in relazione al match disputato – la squadra non mi è dispiaciuta, ma abbiamo concluso poco e male. Purtroppo, successivamente, è successo come nelle ultime tre gare: nel momento in cui c’era lo stimolo importante per dare qualcosa in più, la squadra si è un po’ intimorita. Bisognerà vedere se il problema è di tipo caratteriale e riguarda la nostra testa».

I problemi, che siano di tipo caratteriale o meno, si sono notati in particolar modo nel girone di ritorno, ma molte responsabilità sono state date, come sempre accade, al mister: una mancanza di polso con i giocatori avrebbe compromesso il campionato ancora in corso. Ma due sono le situazioni analizzate nello specifico: situazioni totalmente ribaltate dal girone di andata a quello di ritorno.

«Sandomenico, nel momento in cui è stato protagonista, ha fatto bene: è stata fatta una scelta per arricchire la rosa con giocatori. Probabilmente questa competizione non gli ha giovato. Diversa è la situazione di Maccarrone: non è stato più convocato per scelta tecnica. Ci sono tante componenti che mi portano a fare questi tipi di scelte: ma tutte le cose che ho fatto, le ho fatte per il bene della squadra e della società».

«Probabilmente – ha aggiunto – io mi concentro troppo sull’aspetto tecnico-tattico: avrei dovuto essere più attento in tanti casi. Ma entrando in una situazione che sa totalmente di novità, è molto più semplice commettere degli errori: nel mio caso, è stato proprio così. Comunque sia, è stata una grande esperienza dal punto di vista professionale».

In chiusura, un’occhiata a quello che sarà il termine di stagione: provvedimenti promessi dal ds Ercole Di Nicola nell’immediato post gara di Pro Piacenza-L’Aquila, ma questa volta sarà davvero il momento di un segnale?

«Io sono un semplice dipendente: prendo le mie responsabilità e mi attengo alle decisioni della società, che siano di natura tecnica o semplicemente disciplinare. La mia motivazione non finirà mai: mi sono ripromesso di non mollare mai, dal momento in cui sono stato messo in ‘forse’ dopo la partita con la Lucchese».

[url”Torna alla Home Targatoaz.it”]http://ilcapoluogo.globalist.it/?Loid=154&categoryId=221[/url]

X