IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Sanità Abruzzo, defibrillatori in 170 comuni

In 170 comuni abruzzesi, su iniziativa della giunta regionale, saranno installati defibrillatori semiautomatici esterni (Dae): il percorso sarà introdotto dalla formazione degli esecutori e dall’individuazione del responsabile della manutenzione. Lo ha reso noto in una conferenza stampa l’assessore regionale alla sanità Silvio Paolucci.

I comuni che avranno il Dae hanno risposto alle note inviate dall’assessorato nei mesi di luglio e agosto scorsi.

«La defibrillazione precoce rappresenta il sistema più efficace per garantire le maggiori percentuali di sopravvivenza in caso di arresto cardiocircolatorio provocato da fibrillazione ventricolare – ha spiegato Paolucci – E’ necessario pertanto implementare la rete di Dae in grado di favorire la defibrillazione anche prima dell’intervento dei mezzi di soccorso. Con questa iniziativa verranno coperti quasi tutti i 305 comuni abruzzesi».

La giunta regionale ha stanziato 560 mila euro. Per la distribuzione nei 170 comuni verranno spesi 251.600 euro di cui 170mila per l’acquisto dei Dae e 81.600 euro per la formazione.

«Avevamo preso l’impegno di potenziare la rete di emergenza-urgenza per dare maggiori servizi nei territori e di abbattere le liste di attesa – ha detto ancora Paolucci – e stiamo lavorando in questo senso. Di qui a poco investiremo 10 milioni per potenziare il 118. L’iniziativa dei defibrillatori, che riguarda i comuni più piccoli e montani, rafforza la ‘catena della sopravvivenza’».

I defibrillatori saranno “georeferenziati”, localizzati, sul grande schermo delle centrali operative 118 ed entreranno a pieno titolo tra le risorse utilizzabili per il soccorso nella rete dell’emergenza-urgenza.

X