IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Roberto Marotta entra nel C.d.A. di Bper

Si è tenuta oggi a Modena l’assemblea dei soci Bper in cui è risultato eletto nel nuovo Consiglio di Amministrazione, con l’ampio consenso di 4.830 voti Roberto Marotta, socio e già Presidente della Fondazione Carispaq dal 2007 al 2013.

Marotta ha guidato la lista n. 2, sostenuta dalla Fondazione ed espressione dei territori del Centro Sud Italia in cui è significativa la presenza dell’istituto bancario emiliano.

{{*ExtraImg_239655_ArtImgRight_275x183_}}

«E’ motivo di orgoglio e di soddisfazione, dichiara il Presidente della Fondazione Marco Fanfani, oggi presente a Modena all’Assemblea di Bper in rappresentanza della Fondazione – l’avvenuta elezione di Roberto Marotta nel C.di.A. di Bper che sono certo, saprà dare, con la professionalità e l’esperienza che lo hanno contraddistinto in questi anni, un importante contributo alla crescita e allo sviluppo della banca, alla vigilia dell’annunciata riforma delle banche popolari, facendosi interprete delle istanze del sistema economico e produttivo dei territori di riferimento in sintonia con gli interessi e gli obiettivi perseguiti dalla Fondazione stessa».

«L’ingresso di Marotta nella governance di Bper – prosegue il Presidente Fanfani, – rappresenta per la Fondazione, nella sua duplice veste di azionista istituzionale di Bper e di soggetto che opera a favore dello sviluppo socio economico del territorio, un risultato storicamente importante nell’ottica di perseguire efficaci strategie per il sostegno e lo sviluppo dell’economia locale».

«Sono onorato e gratificato per l’incarico oggi ricevuto di componente il Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare dell’Emilia Romagna – ha commentato il neo eletto Roberto Marotta -; ringrazio i soci per la fiducia accordatami e mi impegnerò a tutela delle istanze dei territori che hanno espresso la mia candidatura e che mi hanno eletto con questo ampio consenso».