IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Casa & Bottega di Fontecchio: un modello di sviluppo

La Giunta regionale ha adottato il progetto del Comune di Fontecchio “Casa & Bottega” e propone ai comuni delle aree montane di farlo proprio come modello di sviluppo delle aree interne.

A questa determinazione è arrivata ieri sera a Fontecchio la Giunta regionale convocata in seduta “monotematica” dal presidente D’Alfonso proprio nel comune della Valle Subaequana.

Alla riunione, che si è tenuta nel Convento di San Francesco, erano presenti, oltre al sindaco di Fontecchio, Sabrina Ciancone, l’assessore Dino Pepe, il sottosegretario alla presidenza Camillo D’Alessandro, i consiglieri regionali Lucrezio Paolini, Pierpaolo Pietrucci, Maurizio Di Nicola, Lorenzo Berardinetti.

L’incontro ha visto la partecipazione anche dell’ex sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Gianni Letta, ospite del sindaco di Fontecchio.

[i]”Casa & Bottega – Risiedere e lavorare in una Comunità”[/i] è un innovativo programma di riqualificazione urbana che il Comune subaequano sta portando avanti per favorire il recupero di edifici di proprietà pubblica e privata da rendere disponibili per la produzione artigianale da parte di giovani coppie e che si svolge in collaborazione con la Fondazione Housing Sociale di Milano, l’ANCE, la Cassa Depositi e Prestiti e la Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia dell’Aquila. L’iniziativa prevede il riuso di edifici del centro storico ristrutturati secondo principi di alto efficientamento energetico ed elevati parametri antisismici da destinare ad edilizia sociale.

«I primi immobili oggetto d’intervento – ha spiegato la Sindaca Ciancone – sono i palazzi Muzi, Paolini e Galli; parti di questi sono destinati ad attività artigianali da assegnare a imprenditori o abitanti e da supportare con servizi di animazione economica e Start-up innovative». Per dare valore etico e sostenibilità economica al programma, gli immobili saranno supportati da servizi per l’intera comunità abitante come la mobilità sostenibile. Per assicurare la custodia del paesaggio e incentivare le attività ecosostenibili, inoltre, sono favorite attività connesse con l’utilizzazione di fonti rinnovabili di produzione energetica. Per questo saranno a disposizione dei residenti terreni per la coltivazione di orti urbani e lotti forestali per legnatico, biomasse, prodotti non legnosi e pascolo.

Nell’ambito delle iniziative commesse allo sviluppo delle Aree Interne, “Casa & Bottega” si avvale del dialogo con la Regione Abruzzo per la programmazione dei Fondi comunitari 2014/2020. «Siamo certi – ha detto D’Alfonso – che il progetto rappresenti un modus di contrasto al calo demografico, allo spopolamento e alla disoccupazione e per queste ragioni intendiamo promuoverne l’adozione anche da parte di altri comuni delle aree interne, come progetto sperimentale innovativo di sviluppo e di valorizzazione dei borghi caratteristici».

X