IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Giovedì a L’Aquila, cuori in alto per la Messa Crismale

Al mattino del 2 aprile, Giovedì Santo, la chiesa aquilana celebra solennemente la Messa Crismale, considerata una delle principali manifestazioni della pienezza del sacerdozio del Vescovo e un segno della stretta unione dei presbiteri con lui.

La liturgia avrà inizio alle ore 10,00 nella chiesa di S. Francesco d’Assisi a Pettino.

Durante la significativa celebrazione, tutti i sacerdoti della diocesi, riuniti intorno all’Arcivescovo, rinnoveranno le promesse sacerdotali.

Il Rito di Benedizione degli Oli, durante il quale saranno benedetti gli oli per i Sacramenti, quello per l’Unzione degli Infermi, quello dei Catecumeni per il Battesimo e quello misto a profumo (essenza di bergamotto offerto dalla diocesi di Locri-Gerace e coltivato sui terreni confiscati alla malavita) per il Sacro Crisma destinato al sacramento della Confermazione, ma anche all’unzione dei neo battezzati e nell’Ordinazione Sacerdotale, esprimerà la ricchezza dei doni affidati al ministero della Chiesa.

Durante la Messa Crismale saranno ricordati anche gli anniversari di ordinazione presbiterale di alcuni sacerdoti diocesani. In particolare saranno festeggiati i 50 anni di sacerdozio del Can. Arturo Buhring, i 25 di don Carmelo Pagano Le Rose e Don Roman Slugocki, e il decimo anniversario di ordinazione presbiterale di don Giovanni Gatto, don Luigi Epicoco e del Can. Alessandro Benzi.

La Messa Crismale, animata dal Coro Diocesano guidato dal M° Luciano Bologna, sarà preceduta, con inizio alle ore 9,15, dalla celebrazione delle Lodi Capitolari, presieduta dall’Arcidiacono Can. Sergio Maggioni, e partecipata dai Canonici del Capitolo Metropolitano.

Alle 18,30 dello stesso giorno l’Arcivescovo Metropolita Monsignor Petrocchi presiederà, nella chiesa di Santa Rita in via Strinella, la liturgia della Messa in Coena Domini che fa memoria della pasqua ebraica e celebra l’istituzione dell’Eucaristia e del Sacerdozio e rivive il gesto della Lavanda dei Piedi, significativo dell’amore e del servizio cristiano.

Quest’anno saranno partecipi del gesto della lavanda 12 laici della diocesi.

La celebrazione della Cena del Signore sarà animata dal Coro parrocchiale.

Il giorno del Venerdì Santo, 3 aprile, l’Arcivescovo Giuseppe Petrocchi presiederà, alle ore 15 nella Chiesa-tenda di S. Giovanni Battista in Pile, la celebrazione, intensa e significativa, della Passione del Signore, animata dal Coro della Parrocchia di Pile e alle ore 20 parteciperà alla Solenne Processione del Cristo Morto che muoverà dalla Basilica di San Bernardino.