IlCapoluogo.it - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Stefania Pezzopane, Massimo Cialente, Pierpaolo Pietrucci,Collemaggio

Agricoltura in Abruzzo, come utilizzare le risorse Ue

La Giunta Regionale ha approvato nella seduta di ieri, su proposta dell’assessore alle Politiche Agricole, Dino Pepe, la delibera che dispone l’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse programmate nel PSR 2007/2013.

Dopo il positivo risultato del 2014, in cui la Regione Abruzzo è riuscita ad evitare il disimpegno delle risorse europee per l’agricoltura, la «scelta di disporre il provvedimento approvato ieri in Giunta è stata dettata dalla necessità di confermare il traguardo anche nell’anno 2015 utilizzando la totalità delle risorse disponibili».

La delibera, interessa l’asse I del PSR, “Competitività”, quale asse potenzialmente più performante e destinato al sostegno delle imprese agricole. L’assessore Pepe ha sottolineato che “Il Dipartimento dello Politiche Agricole sta attivando le procedure necessarie per scorrere integralmente la graduatoria della Misura 123 [i]”Accrescimento del valore aggiunto dei prodotti agricoli e forestali”[/i] che permetterà di finanziare altre 30 aziende.

Inoltre – ha proseguito Pepe – verranno utilizzate le risorse residuali dal predetto scorrimento e quelle che confluiscono in esso dalla più ampia rimodulazione del Programma, per il finanziamento di ulteriori domande di contributo già valutate come ammissibili per la Misura 121 “Ammodernamento delle aziende agricole”.

Nella scelta delle domande da finanziare verranno applicati i seguenti criteri: capacità realizzativa dell’impresa: sono selezionabili i progetti che alla data di adozione del presente provvedimento abbiano realizzato una spesa non inferiore al 70 per cento di quella ammessa, fermo restando il conseguimento della finalità originariamente sottesa alla domanda di finanziamento; qualità progettuale: sono selezionabili i progetti che abbiano conseguito, ai fini della graduatoria, punteggi superiori al 50 per cento della valutazione massima prevista dal Bando.

L’Assessore Dino Pepe ha espresso la sua soddisfazione sottolineando che «la scelta di ottimizzare le risorse con questa modalità, totalmente condivisa con le organizzazioni professionali agricole, imprimerà nuovo slancio alle imprese interessate dagli scorrimenti, considerata l’imminente scadenza del PSR 2007/2013 fissata per il 31/12/2015».

X