L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

In arrivo la moda floreale

di Marzia Ponzi

E’ un motivo tipicamente estivo a introdurre inaspettatamente una delle tendenze più intriganti del prossimo inverno: la moda bucolica. Uno stile semplice, che trova la sua massima ispirazione proprio nella natura, nei fiori, nelle foglie.

Protagonista assoluta del prossimo inverno sarà una donna rigenerata che stanca dell’astrattezza delle ultime stagioni, degli orpelli pesanti e degli abiti voluttuosi, da voce alla sua mutata sensibilità e si rifugia idealmente in un luogo immaginario e fantastico abitato solo da pastori felici dediti alla poesia e al canto: l’Arcadia.

E’ il sogno incantatore della filosofia e della letteratura del primo ‘600 a darci la chiave di lettura della moda semplice e senza complicazioni che vestiremo nella prossima stagione. Il nuovo mito è quello idillico-floreale. Abiti leggeri come petali di rosa, fantasie di delicati bouquet di calle e lilium, incarnati pallidi, e sopracciglia folte e scure. Sono ninfe, soavi e materne, protagoniste di tante opere letterarie, quelle che abbiamo intravisto volteggiare sui défilé di Milano, Parigi e New York e che dettano i diktat della prossima stagione fredda.

Da Antonio Marras il fondo è scuro come la pece e le stampe sugli abiti di seta e chiffon sono color mattone, quasi a raccontare un autunno diverso in cui invece di cadere foglie sbocciano rose.

[i]Mood [/i]decisamente rock per Roberto Cavalli che accosta alle sue peculiari stampe floreali, la pelle e le borchie. Più vivace invece la proposta di MSGM che ai tagli vagamente retrò accosta colori come il viola e il magenta. Che si tratti di gonne ampie o aderenti, di giacche, bluse, abiti o t-shirt il trend non cambia: i fiori sono ovunque anche accostati al principe di galles e al tartan, altro grande must della prossima stagione. E’ così da Givenchy, da Lanvin, da Valentino e da Tory Burch, ma anche da Saint Laurent, Dries Van Noten e da molti altri. La nuova “notte di mezzo inverno” del pret-à-porter a/i 2013 sarà popolata da creature dall’aspetto fatato e raffinato che non disdegnano la comodità dell’urban style ma mantengono sempre un pizzico di moderno romanticismo.

In una parola sola? Semplice. Quest’inverno vestiremo tutte, chi più, chi meno, uno stile vagamente “shakespeariano”.

X