L'Aquila News IlCapoluogo - L'aquila News: notizie in tempo reale di Cronaca, Politica, Attualità e Sport

Carnival of Sins a L’Aquila

L’Irish Cafè (S.S. Mausonia per Pianola – L’Aquila) sarà la location per una duegiorni tutta dedicata agli anni sessanta, con automobili, motociclette, stand a tema e soprattutto tanta musica: due band di livello internazionale faranno da colonna sonora all’agosto aquilano. 

Si inizia martedì 20 agosto (dalle ore 22) con Leighton Koizumi feat. Tito and the Brainsuckers (60’s garage punk). Figura cardine della scena neo-garage degli anni ’80, prima nei Gravedigger V e poi nei Morlocks, di lui si perdono le tracce verso la fine del decennio in questione, in concomitanza con la bassa marea del revival garage, fino a che nel 2003 sbarca in Italia (indimenticabile il concerto a “LaGare” A Sant’Eusanio Forconese – Aq) per un tour apocalittico con la garage band Tito and the brainsuckes. L’impressione che lascia la loro esibizione dal vivo è quella di un riuscito incrocio fra un rito pagano e una lezione di storia della musica; un live set incentrato sulla rivisitazione di classici del rock minore dei sixties, interpretati nella maniera più selvaggia possibile dal nostro Leighton spalleggiato da Tito and the Brainsuckers.

Si prosegue mercoledì 21 agosto (sempre dalle ore 22) con i russi Messer Chups (Cult Russian Surf Gothabilly). Nella loro musica i Messer Chups combinano surf, beat, stralci di film, graffianti registrazioni storiche, suoni loungey e dei cartoons degli anni ’50 e ’60. Lo show è accompagnato da video di film cult trash della metà del secolo scorso: Betty Page, Bela Lugosi, zombie, Russ Meyer e gli eroi di Ed Wood tutti mescolati in [i]videocollages[/i] del maestro Gitarkin. Messer Chups è il progetto del compositore russo Oleg Gitarkin e, mentre il rock strumentale della band è difficile da catalogare nettamente, è sicuro dire che sarà apprezzato da appassionati di rockabilly, horror punk, surf graffiante, film slasher italiani, My Life With the Thrill Kill Kult, Pulp Fiction, musica lounge, Ed Wood, i Theremin, i Cramps, i film di Russ Meyer e la colonna sonora de “La famiglia Addams”. Immagini chiare e dirette, musica semplice e affascinante: tutto questo sono i Messer Chups.

X